Arbus Sport

Atletica leggera: Annina Vacca si prepara per la mezza maratona di Assemini

Condividici sui Social...


«Ho iniziato a correre appena 5 anni fa, nel 2013, quasi per gioco ma soprattutto perché volevo perdere qualche chilo di troppo. Poi sempre per gioco ho partecipato  al “Memorial Sebastiano Martis”,  in assoluto la  prima gara cui ho preso parte. Da quel momento tutto è cambiato e la passione fortissima e inarrestabile per questa disciplina ben presto   ha iniziato piacevolmente a scandire  i tempi e ritmi  delle mie giornate» Inizia così la piacevolissima chiacchierata con  Annina Vacca, trentaquattro anni appena compiuti, diploma di operatore turistico nel cassetto di fatto però impegnata quale educatrice cinofila nel centro “Mi Fido di Te”.  Da qualche mese l’atleta arburese dopo le esperienze con la Podistica San Gavino e l’Atletica Guspini – società che hanno segnato indelebilmente i suoi primi passi nel mondo della corsa –  indossa la casacca dell’Asd Atletica Arbus, la nuova società di atletica recentemente costituitasi ad Arbus  della quale ha immediatamente sposato il progetto. «La corsa sia essa su strada che su pista mi trasmette emozioni indescrivibili- ammette l’atleta- una vera e propria filosofia  che mi aiuta ad affrontare la vita in maniera più positiva».

Distanza preferita? «Sicuramente la 21 km ma mi esprimo con ottimi tempi anche nella 10 km». I risultati nonostante il grave infortunio riportato al ginocchio  che l’hanno tenuta lontano dalle corse oltre un anno sono un continuo crescendo. «Quest’anno, su strada, il mio miglior tempo  l’ho ottenuto nella maratonina di Pula (14 km) che mi ha permesso di ottenere il quarto posto assoluto, mentre su pista la migliore prestazione in assoluto l’ho ottenuta recentemente a Selargius sulla distanza dei 5000 metri. Nei 21 km la mia migliore prestazione risale invece al 2015 quando fermai il cronometro a 1 h e 43’  con una media di 4 minuti e 55 secondi a km. Altre prove interessanti del 2018 quella recentissima di Fluminimaggiore e quelle di Nuragus, Uta e San Gavino. Se invece parliamo di manifestazioni quella a cui sono maggiormente legata è sicuramente la mezza maratona di Cagliari. Amo tantissimo però anche l’Urban Trail, gara dal fascino particolare che si corre in notturna  nel pieno centro storico del capoluogo sardo». La passione per l’atletica e per la corsa in particolare non può prescindere dai sacrifici che questa disciplina richiede. «Compatibilmente ai miei orari di lavoro mi alleno tantissimo – confessa Annina Vacca – fino a qualche tempo fa sotto la guida di Luigi Usai una persona meravigliosa, paziente e disponibile a cui devo davvero tanto nella mia crescita sportiva». Prossimi obiettivi? «Sicuramente la mezza maratona che si correrà a Cagliari nel dicembre prossimo e perché no la mezza maratona che si correrà ad Assemini nel prossimo ottobre».Ci congediamo da questa piacevolissima chiacchierata con Annina Vacca con una rapida incursione nel mondo che circonda e appassiona Annina al di la dell’atletica: «Presto detto. Svolgo attività di volontariato nel 118 alla Volsoc di Guspini, amo la musica sia italiana che straniera di qualunque genere, l’ultimo libro letto è “Gli standard segreti delle razze canine” di Valeria Rossi, infine il mio piatto preferito, lo ammetto, un vero e proprio peccato di gola sono le lasagne al forno».

Gianni Vacca

 



Condividici sui Social...

Notizie sull'autore

lagazzetta

Aggiungi Commento

Clicca qui per inserire un commento

ARGOMENTI

BONUS PUBBLICITÀ 2018 per professionisti e aziende non commerciali