Attualità Oristano

A Fenosu sarà aperta una scuola per piloti e personale aeroportuale

Oristano. Presentazione del progetto di Aeronike sull'utilizzo dell'aeroporto di Fenosu
Condividici...

Aeronike, dopo aver perfezionato l’acquisto del 20% residuo delle quote di FenAir srl, diventando così socio unico della società che controlla la Sogeaor, società di gestione dell’aeroporto di Oristano – Fenosu, intende creare un forte partenariato industriale che dia gambe ad una serie di iniziative aeronautiche, ma non solo, che abbiano come scopo principale la creazione di un villaggio dedicato alla formazione aeronautica, allo sviluppo di tecnologie aerospaziali innovative e di un polo dedicato al trasporto merci.

«La formazione di nuovi piloti e manutentori aeronautici – afferma Riccardo Faticoni, amministratore unico di Aeronike – sarà senz’altro una delle linee di sviluppo principali. Infatti si stima che nei prossimi vent’anni, a livello globale, il mercato richiederà circa 450mila nuovi piloti. Attualmente in Europa volano circa 70mila piloti ma questo numero è destinato a crescere con un rateo impressionante. Nel Vecchio Continente, la carenza di piloti potrebbe pertanto diventare uno dei grossi problemi che potrebbe limitare lo sviluppo del mercato aereo; le attuali scuole e accademie di volo faticano a stare al passo con la domanda di nuovi piloti, un po’ per la carenza di infrastrutture dedicate ed un po’ per le condizioni meteorologiche non sempre favorevoli, soprattutto nel nord Europa».

Una foto d’archivio dell’aeroporto di Fenosu

Da questo punto di vista l’aeroporto di Fenosu sembra avere una posizione di favore rispetto a tanti altri siti in cui sono basate le più importanti accademie di volo. A queste si sta rivolgendo quindi Aeronike affinché dislochino qui una parte dei loro cadetti. Compito della società di gestione dell’aeroporto sarà quello di predisporre tutte le infrastrutture necessarie ad ospitare i piloti del futuro. «L’aeroporto – conclude Faticoni – si presta particolarmente bene anche per la sperimentazione di tecnologie aerospaziali innovative e il Distretto Aerospaziale della Sardegna, con tutti i suoi soci, rimarranno certamente degli interlocutori privilegiati per svolgere tutte le proprie attività di sviluppo ad uso civile».

 Soddisfazione nel mondo della scuola per il progetto dell’Aeronike: gli studenti anziché proseguire gli studi universitari potranno specializzarsi nella progettazione, nell’assemblamento degli aerei e nella gestione delle aeree aeroportuali.

Un drone in volo

«Abbiamo deciso di sostenere l’iniziativa», sostengono all’unanimità i dirigenti scolastici, «Si tratta di una realtà importante per la Sardegna. Per i ragazzi si tratta di una possibilità formativa in più e conseguire il patentino Enac». Inizierà nelle prossime settimane il periodo di formazione per gli insegnanti dei singoli istituti per il  corso di guida per droni che prenderà il via nelle scuole con l’anno scolastico 2019-2020. Sei classi saranno coinvolte, in tutto 150 alunni di terza e quarta dell’indirizzo Mezzi di trasporto e Logistica. I droni messi a disposizione delle scuole avranno dimensioni di un metro e mezzo di lunghezza, pilotabili sia da console sia da personal computer, e c’è pure la possibilità che uno studente si occupi della fase di volo, mentre un altro gestisca la parte video. Il tipo di drone che sarà in mano agli studenti è un robot di limitate capacità decisionali, comandato a distanza. Si tratta di un multirotore, radiocomandato, che permette di essere utilizzato in svariate applicazioni, da attività ludiche a scopi altamente professionali, come riprese video aeree, rilevamenti, controllo del territorio e molto altro. Si va dai tricotteri (con tre motori), ai quadricotteri (quattro), esacotteri (sei) o ottocotteri (otto). Si differenziano per la capacità del carico che può portare in volo. Mentre i tricotteri sono utilizzati per divertimento, già con un drone a quattro motori si può sollevare una piccola videocamera. Il patentino Enac è poi necessario per far volare questi apparecchi oltre i venti metri.

Mauro Serra

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy