Attualità Gonnosfanadiga

Airone bianco ucciso a fucilate senza pietà

Condividici...

Un airone bianco maggiore ucciso a Gonnosfanadiga in località Pauli Cungiau. Era ancora vivo, ma ferito gravemente, quando è stato avvistato da un cittadino che girava in campagna in cerca di asparagi. L’uomo ha prontamente avvisato i barracelli, coordinati dal capitano Giampiero Fosci. Ma nel viaggio verso il centro specializzato di Monastir dove avrebbero potuto prestargli le cure necessarie, l’airone è morto.  Gli spari non hanno lasciato scampo all’animale, specie protetta la cui tutela è proritaria in sede europea. Risentito Franco Zurru, capocantiere di Forestas. «Chi ha sparato non è un cacciatore ma una persona senza scrupoli». L’animale morto è stato consegnato dai barracelli all’ impagliatore autorizzato Massimo Canargiu. L’esemplare sarà utilizzato a scopo didattico, culturale e scientifico nelle mostre faunistiche sulla biodiversità delle zone umide. (step)

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy