RIFLESSIONI SANGAVINESI

Al giro di boa

Condividici...

di Lorenzo Argiolas
___________________________

Si è votato solo alcune settimane fa in diversi centri del Medio Campidano. Nuove amministrazioni o riconferme si sono registrate nel circondario. Non so se sia una vittoria del centrodestra, del centrosinistra o di chi altro, come affermano alcuni osservatori. Credo piuttosto che non ci sia stato un andamento omogeneo in tutti i comuni, al netto di un astensionismo che rimane il dato più allarmante e su cui ci si dovrebbe soffermare, nonostante il dato sia migliore rispetto alle amministrative tenutesi nella penisola. La politica locale, quella dei comuni forse rimane quella più autentica, lontana dai palazzi e dai centri di potere, vicina invece alle esigenze dei cittadini. Nonostante ciò sembrerebbe che ultimamente anche questa si stia allontanando dalla gente, sembra che non interessi più, perché tanto «è sempre lo stesso, non cambia nulla», oppure perché chi decide di impegnarsi per la comunità ha poi l’obiettivo, o l’ambizione, di “salire di grado”, lasciando da parte la buona amministrazione del territorio.

Tornando a San Gavino, da noi non si è votato, si tornerà alle urne nel 2024, tra due anni e mezzo, siamo al giro di boa, sportivamente parlando, per la seconda amministrazione Tomasi. Spesso mi capita di incontrare sangavinesi che mi chiedono «E candu si tocat andai a votai a nosu? Eh, duus annus ancora. Gei no est nudda». Sarà che il sindaco Tomasi è stato eletto al secondo mandato dopo i primi cinque anni, seppur con diversi cambiamenti e non di poco conto rispetto all’elezione del 2014. La percezione è quindi quella di avere una giunta in carica da oltre sette anni. Ma quali sono i risultati ottenuti durante il Tomasi bis? Due anni e mezzo dovrebbero essere sufficienti per valutare l’operato della giunta. Alla luce dei fatti ben poco si vede dopo trenta mesi. Nonostante gli annunci, nonostante una comunicazione che talvolta sfocia nell’enfatico ben poco pare sia cambiato da giugno 2019. Un esempio su tutti? L’anfiteatro. Ogni estate si annuncia l’imminente apertura, i lavori sarebbero a buon punto, apre entro agosto poi a settembre, non si capisce bene di quale anno. Forse potrebbe essere aperto alle visite per Monumenti Aperti, sicuramente ha una storia importante alle spalle.

Battute a parte il paese non si presenta bene e sono tante le criticità sulle quali non si è intervenuti, citare il Rio Pardu sarebbe come sparare sulla croce rossa, le condizioni degli impianti sportivi sono sotto gli occhi di tutti, per il decoro urbano si fanno passi da lumaca (aspettando che di tanto in tanto si apra qualche progetto di lavoro socialmente utile), sulla raccolta dei rifiuti regna una confusione pazzesca, tra l’attesa per il nuovo appalto ed ecocentro che funziona a singhiozzo il rincaro della Tari e altro ancora. Manca una seria programmazione che ci consenta di guardare oltre a domani mattina. Insomma, i problemi sono ben noti a tutti, ciò che manca è la definizione delle soluzioni. Alla fatidica domanda «E per le prossime elezioni chi si candida?» rispondo sempre dicendo che la questione non è chi si candida o chi rimane fuori, la questione è legata alle idee che si hanno per il paese. Come ci si immagina San Gavino, non dico nel 2050, tra cinque o dieci anni? Su una visione del genere c’è da lavorare, e mi pare che, per come siamo messi, due anni e mezzo non siano sufficienti.

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

LAVORA CON NOI!

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

GUSPINI         Via Gramsci n°2
TERRALBA     Viale Sardegna n°26
CAGLIARI       Via Corelli n°12
CAGLIARI       Via Tuveri n°29
VILLACIDRO  Via Parrocchia n°279

Vendesi a Torre dei Corsari in via delle Dune Appartamento arredato

RADIO STUDIO 2000

Laser Informatica di Sergio Virdis

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy