Alghero TEATRO

Alghero, sabato in scena lo spettacolo Istòs per la rassegna Teatri di prima necessità

{"effects_tried":0,"photos_added":0,"origin":"gallery","total_effects_actions":0,"remix_data":["add_photo_directory"],"tools_used":{"tilt_shift":0,"resize":0,"adjust":0,"curves":0,"motion":0,"perspective":0,"clone":0,"crop":1,"enhance":0,"selection":0,"free_crop":0,"flip_rotate":0,"shape_crop":0,"stretch":0},"total_draw_actions":0,"total_editor_actions":{"border":0,"frame":0,"mask":0,"lensflare":0,"clipart":0,"text":0,"square_fit":1,"shape_mask":0,"callout":0},"source_sid":"E1CBB42B-BACF-4799-97FD-D0F6D507D70A_1577528429011","total_editor_time":18185,"total_draw_time":0,"effects_applied":0,"uid":"E1CBB42B-BACF-4799-97FD-D0F6D507D70A_1577528428990","total_effects_time":0,"brushes_used":0,"height":3465,"layers_used":0,"width":2310,"subsource":"done_button"}
Condividici...

Sul palco del Civico Teatro di Alghero arriva lo spettacolo Istòs,  sabato 18 gennaio per la rassegna Teatri di Prima Necessità. Si tratta dell’ultimo capolavoro di  Tragodia Teatro di Mogoro realizzato con L’Effimero Meraviglioso di Sinnai e ispirato alla leggenda “Il cervo in ascolto” riportata da Salvatore Cambosu nel libro “Miele amaro”.
Uno spettacolo evocativo, multidisciplinare, fatto di gesti, danze e suoni, che narra in chiave allegorica la nascita della tessitura in Sardegna, un viaggio ideale che con le sue trame fatte di antichi saperi, tradizioni e territorio creano il filo conduttore della storia.
Una madre nel momento in cui apprende la notizia della morte del marito a caccia del cervo, mette al mondo tre figlie. Nel loro passaggio dall’infanzia, all’adolescenza fino alla maturità di donne intraprenderanno un percorso che le porterà a diffondere l’arte della tessitura e a vivere autonomamente e pienamente la loro vita. Nelle trame del grande immaginario telaio vengono tessute filastrocche, i giochi, i racconti della madre eternamente giovane, storie di fantasia, il sogno di un amore atteso e vagheggiato.
La regia è di Maria Assunta Calvisi sul testo rielaborato da Virginia Garau, le musiche originali sono di Rossella Faa, percussioni di Massimo Perra, la penna grafica che sottolinea le varie espressioni artistiche della tessitura di Carol Rollo, disegno e luci di Giuseppe Onnis e costumi di Caterina Peddis.
Dopo una tour regionale durante la quale ha riscosso grande apprezzamento,  a gennaio lo spettacolo  debutterà a livello internazionale a Berlino e Londra.

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy