RUBRICA. PSICOLOGA

 Alle radici della violenza

Condividici...

di Alice Bandino*
___________________

 

Dott.ssa Alice Bandino

Abbiamo atteso con speranza l’arrivo del nuovo anno, psicologicamente stremati dal precedente: abbiamo sperimentato sulla nostra pelle che dopo un evento traumatico, come questa pandemia, la vita cambia; grado e intensità del cambiamento avvengono in base alla quota emotiva relativa al  “cosa” e al “quanto” ci ha tolto a livello fisico, emotivo, economico o socio-politico che sia.

L’accettazione dei cambiamenti avvenuti, apre quel percorso di “nuova” normalità, ed è proprio in questa delicata fase di accettazione del cambiamento che l’individuo è più vulnerabile, in bilico tra la certezza della normalità passata e l’incertezza della nuova normalità.

Ai vulnerabili di cui parlavamo nelle rubriche di Marzo 2020 si sono ora aggiunte altre categorie di vulnerabili: a inizio pandemia parlavamo dell’importanza di tutelare anziani e immunodepressi, ovvero coloro che in caso di contagio avrebbero rischiato maggiori complicanze nel decorso della malattia; dopo un anno e con due milioni di persone morte nel mondo per cause riconducibili al virus, ci ritroviamo con il vaccino come ultima spiaggia nella lotta contro il virus e con intere categorie di cittadini che in questo anno hanno perso non solo un lavoro o una limitazione in termini di libertà, ma anche un affetto importante, un parente o un amico che indipendentemente dall’età faceva parte della propria vita affettiva.

Dolore, rabbia, tristezza, paura, disgusto, son le emozioni negative maggiormente sperimentate dagli utenti che si rivolgono agli sportelli d’ascolto in Italia e che chiedono un sostegno psicologico per far fronte all’emergenza: persone che non riconoscono più le loro reazioni, vittime o esecutori di dinamiche violente, atti autolesionistici, aumento di stati d’ansia e panico, aumento della richiesta di psicofarmaci, aumento dell’uso di sostanze e dei dispositivi elettronici, ritrosia nell’accedere alla sanità pubblica per paura dei contagi, diminuzione o perdita del lavoro, persone che hanno perso un caro senza averlo potuto salutare o senza avergli potuto dire abbastanza cosa rappresentasse per loro, paura per il futuro. La comunità degli Psicologi è unita nel chiedere ai governi di non sottovalutare l’impatto psicologico che questa pandemia sta avendo sulle persone e non solo a breve termine.

Oltre agli anziani o agli ammalati che risentono dell’isolamento dagli affetti e temono per la loro vita e agli adulti lavoratori disoccupati, ci son due o tre generazioni di minori che hanno vissuto un anno di pandemia senza aver scelte;  Save the Children ha stilato un rapporto sulle conseguenze della pandemia sui bambini nel mondo, da noi in Italia un milione di minori in più potrebbe scivolare nella povertà assoluta, il doppio rispetto a quelli del 2019. La chiusura delle scuole ha amplificato situazioni di degrado pre-pandemia, situazioni che i minori riuscivano a evitare nelle ore in cui negli anni passati erano regolarmente a scuola e che ora rischiano di subire; anche per questo Stati come l’Italia si son trovati a dibattere su cosa sia meglio per lo sviluppo armonico dei minori tra lezioni a distanza o in presenza, mettendo sulla bilancia l’importanza di tutelare le attività lavorative adulte che sostengono il nostro sistema economico e l’importanza di tutelare la socialità e il diritto allo studio per tutti gli studenti, anche in presenza di disabilità.

E gli adolescenti come stanno vivendo queste limitazioni? Gli adolescenti che non hanno più il sostegno fisico dei pari, la libertà di sperimentare, uscire, viaggiare, cercare realizzazione all’Estero, come stanno gestendo queste emozioni negative di cui sopra? Le cronache che ci riportano episodi di violenza nata sulle chat e poi proseguite dal vivo, che radici hanno? Sul prossimo numero ci concentreremo sull’analisi dei risultati delle ricerche svolte proprio sugli adolescenti italiani.

*psicologa
www.psygoalicebandino.it

Condividici...

Notizie sull'autore

lagazzetta

Aggiungi Commento

Clicca qui per inserire un commento

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy