Attualità Sardara

Anche il primo tratto di via Umberto diventa a senso unico

Sardara. Via Umberto.
Condividici...

Nel giro di qualche mese da quando se ne parlò nella riunione pubblica tenutasi nel centro di aggregazione sociale di via Oristano, anche il primo tratto di via Umberto, quello che va dalla rotonda fino al parcheggio comunale, è diventato a senso unico. Con la cifra di 8mila euro, l’attuale Amministrazione comunale decide di dare concretezza ad un piano che mette al centro una viabilità più fluida ed una maggiore sicurezza per i pedoni, anche in funzione dell’apertura di nuove attività commerciali. Il progetto prevede che, a salire, tutto il lato destro della strada sia lasciato a disposizione di chi ha bisogno di parcheggiare l’auto e che adesso lo può fare senza il rischio di incorrere in sanzioni mentre, sul lato sinistro, la segnaletica orizzontale indica già il camminamento pedonale, a cui andranno ad aggiungersi dei dissuasori per arredo urbano.

Sardara. Via Umberto,

«Verranno rifatti i passaggi pedonali delle strade principali, via Oristano, via Cagliari e viale dei Platani, nonché quelli vicini alle scuole elementari e medie ed alle fermate dei pullman»,  spiega l’assessore all’Arredo urbano Andrea Caddeo; all’incrocio tra la via Principe Amedeo e via Umberto, di fronte all’ufficio postale e dove adesso c’è il cartello temporaneo, «verranno messi altri dissuasori e fioriere per creare una piccola isola pedonale. Metteremo altre panchine e nove totem segnaletici con il logo e il nome del Comune da posizionare in punti strategici, come può essere agli ingressi dell’abitato e a Villa Diana: fungeranno da arredo urbano e indicheranno i siti di interesse turistico».

Per tutti questi abbellimenti verranno usati fondi di bilancio per circa 14mila euro, comprensivo di iva e trasporto.

Rimane da risolvere il problema di chi ha un’attività commerciale e, quindi, ha bisogno di parcheggiare l’auto per molte ore consecutive, bisogno che la presenza dei dischi orari non consente di colmare: «Io sono costretta a lasciare la macchina dove trovo posto, rischio la multa ma conto anche sul fatto che chi di dovere capisca che non ho alternativa», queste le parole di una commerciante fiduciosa.

Manuela Corona

Condividici...

Notizie sull'autore

lagazzetta

Aggiungi Commento

Clicca qui per inserire un commento

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

claudio canalis

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy