Attualità Gonnosfanadiga

Ancora ignoto il perché del bombardamento americano del febbraio 1943

Condividici...

Oggi ricorre il 76° anniversario del giorno in cui gli americani portarono la morte a Gonnosfanadiga con le loro potenti macchine da guerra.  Un micidiale carico di bombe furono sganciate  contro l’inerte  popolazione civile.  Finora è rimasta ignota la motivazione che spinse la più grande potenza militare a compiere un crimine di così vaste proporzioni, scrivendo con sangue innocente una parte della storia di Gonnosfanadiga, una pagina che nessuno avrebbe voluto leggere. Il micidiale bombardamento lasciò sul terreno 120 morti e 350 feriti. Questa mattina si è tenuta la cerimonia commemorativa, che ha avuto inizio nella parrocchia del Sacro Cuore con la celebrazione della messa in suffragio delle vittime. Alle fine della cerimonia religiosa, il corteo ha raggiunto la piazza XVII Febbraio, dove è stata deposta una corona di alloro ai piedi del monumento. Erano presenti alcuni testimoni del bombardamento: Barbara Diana, Caterina Uccheddu e Antonio Garau.

Francesco Zurru

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy