RUBRICA STORIA DI CASA NOSTRA

Antifascista Giovanni Battista Sanna da Pabillonis alla guerra di Spagna

Scolaresca nel periodo fascista (foto 1930)
Condividici...
di Lorenzo Di Biase
_____________________________

Sanna Giovanni Battista, di Antioco e di Cuccu Anna Rosa, nacque a Pabillonis il 3 dicembre 1884, alle ore 18.20.
All’età di 22 anni, in data 25 novembre 1906, contrasse matrimonio in Gonnosfanadiga con Lixi Catterina. Emigrò in Francia nel 1911 per poi recarsi in Spagna a combattere nelle Brigate Internazionali.
Venne arruolato nel 9° Battaglione della XIV Brigata, denominata “Marsellaise”.
Fu ferito a Tortosa il 28 marzo 1938 e da allora si persero le tracce divenendo irreperibile.
Presso l’Archivio Centrale dello Stato nel Fondo Casellario Politico Centrale, è conservato nella busta 4574 il fascicolo a lui intestato n. 135067. La scheda biografica presente nel fascicolo riporta solo i dati essenziali rispetto a luogo e data di nascita e paternità e maternità ma risulta priva di qualsiasi altra informazione e fotografia.
Egli veniva accusato di essere un antifascista e di mantenere contatti con comunisti francesi, anche partecipanti alla Guerra di Spagna. Ciò perché fu pubblicato in data 10 febbraio ’38 nel libello comunista “La voce degli italiani” un trafiletto ove “il noto comunista Carboni Gilberto inviava i saluti ai suoi compagni di Argentuil e al Sanna di Saint Etienne”.

Scolaresca nel periodo fascista (1930)

In data 17 luglio ’38, il prefetto di Cagliari Canovai, cercava di correggere alcuni errori che riguardavano il Sanna ad iniziare dalla data, fornendo quella corretta e cioè che: “Sanna Giovanni Battista era nato a Pabillonis il 3 dicembre 1884 e non il 30 dicembre 1885, ma nel contempo forniva il cognome materno sbagliato e cioè Cossu e non Cuccu”.
Il Ministero dell’Interno incaricava la R. Prefettura cagliaritana: “Di fare iscrivere nella rubrica di frontiera il Serpi”.
Nella stessa missiva richiedeva inoltre “di trovare il modo di procurarsi e trasmettere una fotografia e di far conoscere i connotati”.
In data 27 ottobre ’38 il Prefetto rispondeva scrivendo che: “Assicuro di aver richiesto in data odierna l’iscrizione in Rubrica di Frontiera dell’antifascista Sanna Giovanni battista col provvedimento da perquisire e segnalare. Non è stato possibile venire in possesso della fotografia per ché risiede in Francia dall’infanzia. Nel comune di nascita risiedono la matrigna ed il fratello del Sanna i quali però non hanno più sue notizie di lui da oltre dodici anni ed ignorano pure i connotati”.
Il 12 giugno del 1942, il prefetto di Cagliari Leone, scriveva al Ministero dell’Interno – in risposta alla sua del 25 aprile ’42 – che: “Essendo emigrato da circa 31 anni il Sanna risulta ora quasi sconosciuto non avendo colà parenti né amici e si ignora l’attuale suo recapito”.
Sanna Giovanni Battista morì il 7 settembre 1969 a Route de Chambres.

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy