Appuntamenti

Arbus 15-18 giugno, “Passu passu cun tui Antoi Santu” una grande ricorrenza e un lungo pellegrinaggio

Sant'Antonio muove i primi passi del lungo pellegrinaggio
Condividici...

di Gianni Vacca
 Tutto in quattro giorni: fede, tradizione, cultura e tanta, tanta devozione! Raccontare l’evento , la grande festa, una ricorrenza ormai secolare che coinvolge migliaia di fedeli e un intero territorio rimane sempre un qualcosa di straordinariamente affascinante. La grandiosa macchina organizzativa è da tempo in moto. La partecipazione popolare cresce di anno in anno. Almeno dodicimila sono le presenze stimate ad Arbus in occasione della partenza del simulacro che avverrà sabato 15 giugno partendo dalla chiesa parrocchiale alle 8. Tantissime saranno quelle al suo passaggio poco più tardi nel centro di Guspini. La tradizione raggiunge il massimo del suo fascino quando la statua del Santo presa in spalla dagli scortadorisi e  collocata all’interno del cocchio muove i primi passi nel suggestivo percorso cosparso da mille e mille petali di rose de sa ramadura, verso la lontana destinazione.

Sa ramadura, gioiosa preparazione

Una lunga processione anticipa il passaggio del Santo con il canto a rosario e la classica Ave Maria in sardo. A seguire, come da tradizione, le autorità religiose, civili e militari presenti, la Banda Musicale Ennio Porrino, tantissimi figuranti in costume tradizionale provenienti dai più svariati centri dell’isola, i cavalieri e le amazzoni e is traccas, belle colorate accuratamente e amorevolmente preparate e impreziosite da tappetti, arazzi e tantissimi fiori. Non meno di millecinquecento, tra i quali tantissimi giovani, quelli che accompagneranno in pellegrinaggio il Santo nel suo lungo cammino che lo porterà nella chiesa a lui dedicata posta nella borgata di Sant’Antonio di Santadi. L’arrivo a Santadi avviene a tarda sera: il Santo viene accolto da un lungo applauso e dai fuochi d’artificio cui segue la messa e due giornate di festeggiamenti che animeranno non poco la borgata. Il rientro del Santo è previsto per martedì 18 giugno. Quella di quest’anno è la 323^ edizione. La devozione a Sant’Antonio ha radici antichissime che risalgono al 1694. La processione religiosa di Sant’Antonio è tra le più lunghe d’Europa, la ricorrenza dopo Sant’Antioco e Sant’Efisio, tra le più antiche dell’isola. Molti gli intrattenimenti sia religiosi sia civili previsti, tra questi ultimi: domenica 16 alle ore 21 a Santadi la bella serata con il gruppo dei Tazenda e lunedì 17 alle 19, sempre a Santadi, la Sagra del pesce.

Condividici...

Notizie sull'autore

Gianni Vacca

Aggiungi Commento

Clicca qui per inserire un commento

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

CHRIS CAR RENT

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy