ATTUALITA'

Arbus, bene con la raccolta differenziata e caccia agli incivili con l’installazione di quattro foto trappola

Condividici...

di Gianni Vacca

____________________

Salto di qualità nella raccolta differenziata con i numeri che danno un 10% di maggiore virtuosità rispetto al 2018, nel 2019 meno raccolte straordinarie nelle marine e grazie a una convenzione firmata con il Corpo Forestale caccia  agli incivili  “furbetti della spazzatura” con l’utilizzo di quattro foto trappole.
Arbus nella raccolta differenziata è un comune sempre più virtuoso.
Questo nonostante le tante problematiche che il ritiro dei rifiuti comporta nelle marine, nonostante le problematiche riferite alle frazioni e alle due aree, Is Arenas e Capo Frasca sotto il controllo ministeriale.
Dal 65% del centro urbano fatto registrare nel 2018 Arbus è infatti passato nei primi nove mesi del 2019  al 75%  con un picco per il mese di agosto del 78%. Un dato  per certi versi strabiliante e fuori da ogni più rosea previsione se prendiamo  in considerazione le varie problematiche emerse al cambio di guardia tra vecchia gestione e la nuova ora in mano alla Teknoservice. E così Il primo tagliando di controllo per la Teknoservice che dal febbraio scorso gestisce in tutto il territorio comunale questo importante servizio  viene dunque non solo superato ma anche battezzato con un cauto ottimismo.
Banco di prova l’aula consiliare gremita all’inverosimile dai cittadini che in gran numero rispondono alla convocazione di assemblea pubblica fatta dalla società e dall’amministrazione comunale con lo scopo principale di  fornire le giuste informazioni sul corretto utilizzo dei contenitori in vista dell’avvio (avvenuto il primo ottobre) della raccolta puntuale con il RFID.
L’occasione è troppo invitante però per aprire un confronto  e tracciare un bilancio su tutto quello che è successo di bello e di brutto, di negativo e di positivo nei  primi otto mesi di gestione. Presenti Andrea Minetti responsabile organizzativo per la regione Sardegna di questa importante società (120 milioni di fatturato) che con  sede a Piossasco gestisce appalti di raccolta rifiuti in non meno di 150 comuni distribuiti in tutta Italia, Leonardo Piccardi responsabile locale del servizio e naturalmente la parte istituzionale rappresentata dal sindaco Antonello Ecca, dall’assessore ai Servizi tecnologici Gianni Lussu e dal responsabile del settore tecnico del comune ingegner Alessandro Pani.
«L’inizio non è stato dei migliori», ammette l’assessore Lussu nel corso del suo intervento, «ma dopo aver corretto di comune accordo con la ditta alcune anomalie, si è riusciti ad avere finalmente un servizio migliore che pone il comune di Arbus in linea se non al di sopra delle percentuali stabilite dalla regione».
Gianni Lussu rivendica però anche altri importanti risultati quali l’apertura dell’Ecocentro e l’imminente realizzazione di un secondo che presumibilmente verrà localizzato  a Torre dei Corsari o nella frazione di Sant’Antonio di Santadi. «Per il quarto anno consecutivo, convenzioni stipulate ad hoc con le associazioni di Gutturu e Flumini, Portu Maga e Porto Palma  hanno permesso di creare decoro e vivibilità anche in quelle località. Infine la convenzione firmata con il Corpo Forestale che oltre a un capillare controllo del territorio avrà anche il compito di installare quattro foto trappole anti inciviltà».
Cose peraltro ribadite anche dal sindaco Antonello Ecca che pone l’accento sulle raccolte straordinarie effettuate nelle marine, decisamente inferiori per numero a quelle del 2018, ma anche al perdurare della troppa evasione o elusione della tassa che a fronte di un costo annuo di circa un milione e centomila euro riesce a incassare non più di  850- 900 mila euro.
La parte tecnica dell’assemblea è riservata alle informazioni che il responsabile per la Sardegna della Teknoservice Andrea Minetti fornisce sui nuovi sistemi di controllo che gli operatori faranno tramite utilizzo di un cip che verificherà in tempo reale l’esattezza del conferimento.
Presumibile primo passo verso la cosiddetta “tariffa puntuale” ovvero pagare solo quello che si conferisce. La parte finale dell’assemblea è dedicata agli interventi dei cittadini e dei commercianti che chiedono migliorie su alcune anomalie e disservizi ancora esistenti. L’impegno della Teknoservice e dell’amministrazione comunale è quello di risolvere nel più breve tempo possibile eventuali disservizi ancora presenti.

 

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy