Elezioni Comunali

Arbus, candidati a confronto: intervista della Gazzetta a Michele Schirru, linee programmatiche e curiosità

Michele Schirru
Condividici...

di Gianni Vacca
_________________

Arbus verso il rinnovo del Consiglio Comunale: Lista n° 2 “Avanti Arbus” candidato a sindaco Michele Schirru

1) Arbus, un immenso territorio e grandi potenzialità ma indicatori sociali sempre negativi con forte decremento demografico, attività commerciali che chiudono o in sofferenza e l’industri turistica che troppo lentamente muove i suoi primi passi. Che fare?
La nostra comunità affronta una lunga transizione: dall’industria mineraria a quella turistica e alla piccola imprenditoria agroalimentare e del commercio. Gli indicatori ci dicono che Arbus ha bisogno di uno slancio: rifunzionalizzare il centro urbano con servizi e spazi pubblici di qualità per attrarre nuove famiglie e residenti, avviare un piano interistituzionale per la viabilità costiera grazie al Pnrr, rilanciare la Costa con il nuovo Puc che consentirà di avviare un nuovo sviluppo turistico, approvare il Piano di utilizzo dei litorali, creare le condizioni per la nascita di nuove imprese e servizi di qualità.

2) Sbirciamo nella sua agenda personale: se eletto, di cosa si occuperà nei “cosiddetti” primi cento giorni?
Innanzitutto va risistemato il bilancio dell’Ente. Il primo pensiero sarà rivolto a ricostituire in tempi brevi gli Uffici e i Servizi oggi in grande difficoltà assumendo nuovo personale, con particolare riferimento alle aree tecnica e finanziaria e all’individuazione di un Segretario comunale. E’prioritario far trovare pronto, seppur in corsa, il territorio per la stagione turistica: decoro delle marine e del centro urbano, accessibilità e servizi in spiagge e aree limitrofe, manutenzione delle principali strade costiere comunali come quelle di Scivu, Piscinas e Pitzuamu. Vanno sbloccati subito: il progetto dell’Eco parco Dune di Piscinas e il completamento della Piazza San Lussorio come prima opera pubblica. Altra questione da affrontare subito, sono i 2 milioni di euro già finanziati dalla Programmazione Territoriale che devono essere spesi.

3) Il territorio “gode o soffre” di numerosi vincoli. Un freno o una opportunità per lo sviluppo?
I numerosi vincoli hanno forse rallentato la riconversione turistica del territorio, anche se in molti casi sono stati freno a speculazioni. Arrivati ad oggi, con il Piano urbanistico in vigore e nuove aree di sviluppo turistico, raggiunto un giusto equilibrio, i vincoli ambientali possono essere valorizzati per arrivare ad un turismo sostenibile e di qualità che metta insieme la bellezza del nostro territorio e la sua storia mineraria con le produzioni locali sia agroalimentari che artigianali.

Scivu foto di Paolo Biancu – Turismo settore fondamentale per lo sviluppo del paese

4) Ingurtosu, Funtanazza, ex Valtur e non solo. Quali eventuali iniziative in merito e quali quelle più generali sul turismo?
Lo sviluppo turistico di Arbus non potrà basarsi su singoli interventi. Il nostro futuro è scritto nel nuovo Puc: arriveremo potenzialmente a 3.000 posti letto, con strutture ricettive all’avanguardia. Tutto deve avere un legame ed un filo logico: è prioritario riqualificare la Colonia di Funtanazza e ora sarà possibile farlo, insieme al Campeggio di Gutturu Flumini e all’ex Villaggio Valtur, per creare un polo turistico. L’ex Valtur sarà sulla porta d’ingresso dell’Eco parco di Piscinas, che dovrà comprendere la riqualificazione culturale e turistica di Ingurtosu e le aree minerarie di Gennamari, come previsto nel Puc con investimenti pubblico-privati e in accordo con l’IGEA. La riqualificazione di queste aree in chiave turistica dovrà essere accompagnata dalla valorizzazione della filiera agroalimentare, ittica e dell’artigianato, con al centro le produzioni locali di qualità. In ultimo, e non per importanza, con serietà e senza propaganda vanno portate avanti politiche per la portualità: progettazione del porto previsto nel Puc, ripristino dell’attuale approdo di Tunaria, creazione di pontili e corridoi di lancio per le imbarcazioni durante l’estate. Allo sviluppo turistico vanno legate attività socio-culturali e di valorizzazione delle tradizioni di primaria importanza come ad esempio la festa di Sant’Antonio da Padova e altri eventi identitari per la nostra comunità. 5)

5) Verde pubblico, decoro urbano, pineta comunale…
Il decoro urbano e la cura del verde pubblico sono stati al centro della nostra attività amministrativa già dal 2015 al 2020.E’importante impiegare in lavori di pubblica utilità i percettori del Reddito di cittadinanza, e tenere sempre aperti i cantieri comunali “Lavoras”. Sono necessari inoltre investimenti per le manutenzioni ordinarie e straordinarie degli spazi pubblici come le piazze, da affidare a ditte specializzate. La Pineta comunale può diventare un grande parco urbano, illuminata, con il ripristino della strada e degli spazi attrezzati e l’aggiunta di un chiosco/bar: si tratta di scegliere quali sono le priorità per tempi di realizzazione e investimenti.

6) Quali gli elementi che caratterizzeranno la sua azione amministrativa?
L’elemento fondamentale sarà la forza del gruppo, la collegialità e la capacità di stare con le persone nel quotidiano, senza chiuderci nel Palazzo municipale. Entusiasmo e decisione sono gli altri due elementi, avendo obiettivi chiari e non disperdendo energie e tempo, senza promettere i miracoli ma lavorando quotidianamente e programmando in maniera puntuale l’attività amministrativa facendo scelte nette e giuste.  L’unità del gruppo e della comunità arburese lungo il percorso, il coraggio delle azioni da porre in essere saranno importanti. Per noi, oltre l’idea forte di sviluppo del territorio attraverso l’economia turistica, sarà centrale offrire servizi di qualità, con grande attenzione alla scuola e alle politiche socio-culturali.

7) Un buon motivo per il quale gli arburesi dovrebbero votare la sua proposta?
Abbiamo dimostrato agli arburesi di saper governare e di garantire stabilità e continuità. Siamo un gruppo di persone ben strutturato e con una forte passione: il nostro impegno civico e politico non è improvvisato ma ha una base solida e duratura nel tempo. Abbiamo scritto un pezzo di futuro del territorio con il nuovo Piano urbanistico. La nostra proposta è fresca, ambiziosa, con la giusta esperienza e con prospettive molto chiare.Vivere ad Arbus deve essere una possibilità concreta per tutti: abbiamo una buona qualità della vita, è il momento di guardare avanti creando migliori condizioni per il lavoro attraverso lo sviluppo del settore turistico e agroalimentare con nuove e moderne infrastrutture.

Il privato, il personale: quotidianità del candidato Michele Schirru.
Michele Schirru 30 anni, ha conseguito la Laurea in Scienze Politiche all’Università di Cagliari. Svolge la professione di impiegato amministrativo alla Legacoop Sardegna, ed è coordinatore regionale dell’organizzazione “Generazioni Legacoop”.
All’età di 22 anni diventa assistente parlamentare alla Camera dei deputati, incarico che ricopre per tutta la XVII legislatura, dal 2013 al 2018. Nel 2015, è tra i fondatori della lista “Arbus Bene Comune”, con la quale è eletto Consigliere Comunale, ricoprendo dal 2015 al 2020 il ruolo di Vice Sindaco di Arbus e di Assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione. Nel 2020 viene rieletto in Consiglio comunale, per la seconda consecutiva come Consigliere più votato delle elezioni, e diventa Capogruppo della minoranza Consiliare fino al febbraio 2022.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

LAVORA CON NOI!

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

GUSPINI         Via Gramsci n°2
TERRALBA     Viale Sardegna n°26
CAGLIARI       Via Corelli n°12
CAGLIARI       Via Tuveri n°29
VILLACIDRO  Via Parrocchia n°279

Vendesi a Torre dei Corsari in via delle Dune Appartamento arredato

RADIO STUDIO 2000

Laser Informatica di Sergio Virdis

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy