Arbus aggiornamento al Covid19

Il sindaco Andrea Concas: “Un decesso e nuovi casi positivi, fino al 12 dicembre misure restrittive”

Condividici...

di Gianni Vacca
________________

Preoccupano i nuovi dati sul covid 19 comunicati nel primo pomeriggio dal sindaco Andrea Concas che visti i numeri  allarmanti delle ultime ore decide attraverso un ordinanza sindacale di porre in essere fino al dodici dicembre alcune misure precauzionali.
“Vi comunico che i casi di persone positive e residenti ad Arbus –  dice il comunicato –  sono cinquantaquattro, di cui sei ricoverati in ospedale, trentotto in isolamento domiciliare. I guariti attualmente sono undici.
Con estremo dispiacere, comunico che i decessi legati alla pandemia, sono tre.
Stamane, un nostro concittadino ospite della Comunità Alloggio “Sacerdote Lampis” di viale Gramsci in Arbus, è stato ricoverato.
Attualmente, al suo interno, i casi di persone risultate positive al Covid-19 sono tredici. Le condizioni di salute degli altri ospiti della struttura sono stabili.
Ciò premesso, con gli assessori e i consiglieri della mia maggioranza, sentiti gli Enti preposti, abbiamo deciso di porre in essere misure restrittive finalizzate alla salvaguardia della salute dei nostri concittadini, a mezzo di apposita Ordinanza Sindacale”.

Il sindaco Andrea Concas

“Con decorrenza immediata e con effetto fino a tutto il 12 dicembre 2020 compreso, salvo ulteriori proroghe: • sono sospese precauzionalmente le attività didattiche in presenza nelle classi delle scuole dell’infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado del territorio Comunale; • è fatto obbligo, per l’intera giornata, di usare mascherine correttamente indossate quali protezione delle vie respiratorie (naso e bocca) sia all’interno che all’esterno degli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico, nonché negli spazi pubblici, laddove per specifiche, idoneità e caratteristiche fisiche di detti luoghi sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale, come: fermate di mezzi pubblici, ingressi delle scuole, ingressi di ambulatori medici, spazi antistanti esercizi commerciali o uffici pubblici o di interesse pubblico. L’utilizzo delle mascherine si aggiunge alle altre misure di protezione finalizzate alla riduzione del contagio (distanziamento sociale e l’igiene accurata e costante delle mani) che restano invariate e prioritarie. Le mascherine di protezione delle vie respiratorie dovranno essere costantemente tenute con sé anche se ci si sposta individualmente con mezzi privati all’interno del territorio comunale ed esibite agli organi di vigilanza su specifica richiesta di questi ultimi. Sono esclusi da detto obbligo i bambini di età inferiore ai sei anni e le persone affette da disabilità e patologie incompatibili con l’uso continuativo della mascherina; • è fatto divieto di mobilità dalla propria abitazione o dimora alle persone sottoposte alla misura della quarantena per provvedimento dell’autorità sanitaria in quanto risultate positive al virus COVID-19, ovvero a tutti coloro che fanno parte della rete dei contatti di persone risultate positive, fino all’accertamento della propria condizione di positività o guarigione consistente nella ricezione della comunicazione, da parte dell’ATS, dell’esito dei tamponi e/o della conclusione della quarantena fiduciaria. Tale disposizioni si applicano anche a tutti coloro i cui familiari conviventi presentano sintomi riconducibili all’epidemia, tra cui febbre superiore a 37.5°, per i quali vige l’obbligo di avvertire tempestivamente le autorità sanitarie;  è fatto divieto assoluto di creare assembramenti (cioè gruppi superiori alle tre persone ancorché muniti di mascherina regolarmente indossata) presso piazze, marciapiedi, scalinate, anfiteatro comunale, aree antistanti parrocchie, bar e locali commerciali, edifici pubblici quali Municipio, Cimitero, Poste, Casa della Salute, Comunità Alloggio e simili, pineta comunale, oltreché nelle località e aree simili del territorio di Arbus, nonché in tutti gli altri spazi pubblici in cui possono crearsi assembramenti;  l’obbligo a carico dei titolari e degli esercenti di tutte le attività commerciali e/o locali pubblici di intensificare le operazioni di igienizzazione e sanificazione degli ambienti e delle superfici, nonché il dovere sia di indossare costantemente i dispositivi di protezione individuale che della messa a disposizione per i clienti di prodotti igienizzanti, verificando nel contempo l’utilizzo della mascherina da parte degli stessi durante la permanenza e per il tempo strettamente necessario per effettuare gli acquisti. È disposto altresì il rispetto del contingentamento degli accessi ai propri locali in base allo spazio utilizzabile. I titolari ed esercenti di locali pubblici quali bar, ristoranti etc, che possono somministrare al pubblico presso i propri locali, hanno l’obbligo di esporre e comunicare il numero massimo di posti a sedere all’aperto e al chiuso, nel rispetto delle prescrizioni sul distanziamento sociale: gli stessi, rispondono direttamente di eventuali contravvenzioni alla presente prescrizione anche da parte dei clienti; • dalle ore 18:00 alle ore 5:00, per tutti i giorni della settimana, la chiusura dei distributori automatici liberamente accessibili a tutti e senza alcuna forma di controllo, attesa l’assenza di un gestore o di personale delegato al controllo; COMUNE DI ARBUS (Provincia Sud Sardegna)  dopo le ore 22 gli esercizi di ristorazione (es. ristoranti, pizzerie da asporto, gastronomia etc.) potranno continuare ad espletare il servizio solo ed esclusivamente per l’asporto e consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico sanitarie. Fino alla predetta ora sono tassativamente vietati la sosta del pubblico fuori dagli esercizi con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze del locale, nonché ogni forma di assembramento; • tutte le attività commerciali, artigianali, servizi al pubblico (es. negozi di generi alimentari, uffici bancari e postali, edicole, agenzie assicurative, associazioni di categoria, professionisti, tabacchini, ferramenta, mangimi, rivendita bombole, rivendita legname, farmacie e parafarmacie etc.) e ogni altra attività produttiva e di servizi continuano a svolgersi regolarmente con la condizione che sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all’interno dei locali più del tempo necessario. Se i locali non consentono il distanziamento previsto, i clienti possono accedere uno alla volta; • dalle ore 18:00 di ogni giorno e fino alle ore 5:00 del giorno successivo, è altresì vietato il consumo di bevande alcoliche, sia in forma itinerante che statica, in tutto il territorio comunale su aree pubbliche e private aperte ad uso pubblico; si intende per consumo il possesso di una delle suddette bevande a cui sia stato rimosso il dispositivo di chiusura del contenitore (tappo, linguetta della lattina, etc.), ovvero in bicchiere; • è consentita l’attività sportiva all’aria aperta garantendo tassativamente il distanziamento interpersonale di 2 metri; è vietata ogni altro tipo di attività correlata tra cui riunioni conviviali al termine dell’attività sportiva; • si rammenta che sono vietate nei luoghi al chiuso e all’aperto le riunioni conviviali conseguenti alle cerimonie civili e religiose; con riguardo alle abitazioni private si rammenta altresì che è fortemente raccomandato di non ricevere persone diverse dai conviventi; • per quanto attiene ai riti funebri, laddove non disposto diversamente, è fortemente raccomandata la partecipazione limitata ai soli stretti familiari; in ogni caso la partecipazione all’interno della chiesa è limitata al numero massimo stabilito per la capienza dei soli posti a sedere; è fatto divieto assoluto di assembramento all’esterno della Chiesa nonché all’interno del cimitero; è vietato altresì qualsiasi corteo verso il medesimo; • sono sospese le manifestazioni organizzate, gli eventi, i convegni, gli spettacoli di qualsiasi natura con la presenza di pubblico; Per tutto quanto non espressamente disciplinato nella presente Ordinanza, si rimanda alle norme contenute nel DPCM del 3 novembre 2020 e ad altri provvedimenti simili, qualora adottati, fino alla data di vigenza della presente; In caso di mancata ottemperanza alla presente Ordinanza seguirà l’applicazione delle sanzioni amministrative disposte dall’art. 4 del Decreto Legge 25 marzo 2020 n. 19, convertito con modificazioni dalla Legge 22 maggio 2020 n. 35, anche in combinato disposto con l’art. 2 del D.L. 16 maggio 2020 n. 33, convertito con modificazioni con Legge 14 luglio 2020 n. 74. RACCOMANDA Il rispetto del divieto di assembramenti di qualsiasi genere, la scrupolosa e puntuale cura dell’igiene personale ed il distanziamento interpersonale. INFORMA I cittadini che la presente ordinanza ha validità sino al 12 dicembre 2020, salvo proroga esplicita, è immediatamente efficace ed è pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Arbus. La pubblicazione ha valore di notifica individuale, a tutti gli effetti di legge nei confronti di tutti i soggetti coinvolti; COMUNE DI ARBUS (Provincia Sud Sardegna) • avverso la presente ordinanza è possibile presentare ricorso entro 60 giorni al TAR della Sardegna ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica Italiana entro 120 giorni dalla data sopra riportata; DEMANDA A tutte le Forze di Polizia presenti sul territorio per il controllo ed il rispetto della presente Ordinanza”.

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy