Cronaca Segariu

Attentato contro il sindaco di Segariu

Condividici...

È stata distrutta da un rogo l’auto di Andrea Fenu, primo cittadino di Segariu che non riesce a spiegarsi le ragioni del gesto. La sua macchina era parcheggiata a Guasila e, dopo l’amara scoperta, l’amministratore si è recato in caserma dai carabinieri per formalizzare la denuncia.
I militari della stazione, coordinati dalla compagnia di Sanluri, hanno avviato dettagliate indagini per ricostruire l’episodio e risalire ai responsabili. Sono state individuate le telecamere presenti in zona e prelevati i filmati che potrebbero aver ripreso le fasi dell’incendio.
Il clima si fa pesante a Segariu. Alcuni mesi fa era stato il vicesindaco, Alex Lai, a subire una pesante intimidazione: due bossoli erano stati lasciati nella cassetta delle lettere. “Sono atti di vigliaccheria – rimarca – il paese non merita questa tensione con un sindaco che lavora a tempo pieno per il bene di tutti”.
Intanto i vigili del fuoco di Sanluri hanno domato l’incendio prima che l’auto, una Renault Clio, potesse esplodere, visto che era dotata di impianto gpl. Le fiamme hanno in parte annerito anche la facciata di una palazzina vicina.
Sull’ennesimo atto intimidatorio nei confronti di un amministratore locale è intervenuto il presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau: “Il Consiglio regionale ha il dovere di sostenere sino in fondo il presidente della Regione Francesco Pigliaru affinché riesca ad intervenire in maniera incisiva nei confronti del Governo, così come definito nell’ordine del giorno firmato da tutti i capigruppo e approvato all’unanimità dall’Assemblea regionale sarda. Il sindaco di Segariu non deve sentirsi solo, così come il primo cittadino di Orotelli e la sua famiglia e tutti quegli amministratori locali vittime negli ultimi mesi ed anni di inaccettabili crimini”.

1segariu_auto_distrutta_fia

Solidarietà, poche ore dopo i fatti di Orotelli,  arriva anche dal presidente di Anci Sardegna Pier Sandro Scano, a nome suo e dell’intera associazione: “Esprimo ferma condanna per l’inqualificabile gesto di vigliaccheria e vicinanza al primo cittadino e alla comunità di Segariu. Un atto tanto grave quanto vile che colpisce non solo il sindaco, al quale va tutta la nostra solidarietà, ma colpisce anche un’intera comunità. Atti criminali e indegni che vanno combattuti con tutte le nostre forze, dobbiamo lavorare per superare una situazione sempre più difficile”.

Gian Luigi Pittau

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy