Cultura

Barumini, “A  s’umbra  de  su  nuraxi”, un  podcast  in  lingua  sarda

Condividici...

di Antonio Obinu

___________________

Un Podcast in lingua sarda per preservare la memoria storica: uno dei fenomeni mediatici del momento anche in Italia.
Nasce così “A s’umbra de su nuraxi” un viaggio sonoro tra poesie d’autore e dicius della tradizione che vedrà il lancio il prossimo 21 settembre, nato da un’idea del giovane Stefano Musu di Carloforte e reso vivo dall’autore baruminese Carlo Fadda.
Il patrimonio linguistico sardo è da decenni a rischio di estinzione per via del sempre crescente numero di persone che non praticano la parlata trasmessa dai propri genitori e nonni. Per coniugare la preservazione delle tradizioni e l’utilizzo dei moderni canali di diffusione come Spotify, YouTube e Facebook, prende vita il progetto per mettere in relazione il mondo dei giovani con quello di coloro più avanti con gli anni.
Un programma audio gratuito diffuso tramite gli strumenti di ascolto come Internet, e disponibile su qualsiasi smartphone o computer. Un format semplice e leggero, in cui ogni episodio avrà una durata di circa dieci minuti, nei quali sulle note della musica tradizionale sarda, Carlo Fadda leggerà una poesia partorita dalla sua penna e dialogherà in sardo campidanese con la figlia Angelica, in veste di madrina del dibattito.

Carlo Fadda

Padre e figlia guideranno gli ascoltatori lungo il viaggio nella memoria dell’Isola, fatto di racconti, versi, parole e rime. Si spazierà dai mestieri della tradizione agropastorale, agli aneddoti sulla vita delle comunità paesane, passando per il ruolo iconografico degli animali che popolano le campagne. Il tutto sarà impreziosito dalla lettura e spiegazione di alcuni dicius popolari tratti dalla più recente fatica editoriale dell’autore, intitolata “Proverbi sardi e modi di dire della Marmilla e del Medio Campidano” (Sandhi Editore).
Per i meno avvezzi alla limba, ogni episodio sarà preceduto da un’introduzione in lingua italiana dell’ideatore Stefano Musu, curatore anche della parte tecnica del progetto. A s’umbra de su nuraxi, accompagnerà gli ascoltatori con dieci poesie per ogni ciclo stagionale: il primo sarà dedicato al tema dell’autunno (atòngiu), il secondo ciclo in uscita a dicembre, avrà come tema centrale l’inverno (ierru), il terzo e il quarto in uscita rispettivamente nei mesi di marzo e giugno 2021, racconteranno la primavera (beranu) e l’estate (istadi).
L’ideatore Musu spiega così l’origine dell’iniziativa: “A s’umbra de su nuraxi, vuole essere non solo un titolo, ma anche una speranza: se tutti ci mettessimo all’ombra di uno dei maggiori simboli della Sardegna a meditare e valorizzare l’enorme patrimonio ereditato dai nostri avi, sicuramente non correremmo il rischio di vedere scomparire la nostra cultura e le nostre tradizioni”. E la grande forza del medium che si presta a raccontare, parlare e far parlare di qualsiasi argomento, è un’opportunità da cogliere. “Abbiamo scelto questo format perché i sardi possano avere a disposizione un altro strumento per accedere a una parte del proprio patrimonio linguistico e tradizionale, sfruttando le nuove tecnologie – afferma Carlo Fadda – Grazie a telefonini e computer, gli amanti della tradizione e non solo, potranno immergersi in maniera gratuita, nel mondo dei lori nonni e rievocare detti e curiosità che rischiano di scomparire se non facciamo in modo di custodirne la memoria”. Perciò spazio alle tante poesie inedite in lingua sarda e i proverbi della tradizione popolare isolana, condite dal sottofondo musicale del ballo sardo.

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy