Attualità

Barumini, ferragosto con record di visitatori

Condividici...
di Carlo Fadda
_____________________________________

 

Il bel tempo dal punto di vista meteorologico ha favorito l’arrivo di un vero e proprio esercito di turisti.

Nelle prime due settimane di agosto, a Barumini c’è stata un’invasione di oltre 13 mila vacanzieri, attirati da un calibrato mix di cultura, storia, ambiente e gastronomia. I tesori archeologici, artistici, architettonici, storici e ambientali di quest’angolo di Sardegna, sono stati letteralmente presi d’assalto.

La parte del leone nel giorno di Ferragosto, com’era prevedibile, l’ha fatta il villaggio nuragico Su Nuraxi sito e patrimonio mondiale dell’Unesco dal 1997 con 1250 visitatori, e a seguire le varie mostre permanenti e itineranti nel Centro culturale Giovanni Lilliu, e l’antico palazzo medioevale di Casa Zapata, un autentico gioiello che per cinque secoli ha custodito tra le sue fondamenta Nuraxi ‘e Cresia risalente a 3500 anni fa.

«I numeri di agosto ci riportano in linea con il 2019, anno boom pre-pandemia, e dimostrano che l’offerta culturale messa in campo sta dando i risultati attesi –commenta Emanule Lilliu presidente della Fondazione Barumini Sistema Cultura- Barumini si conferma uno dei luoghi più visitati e ambiti nel panorama culturale dell’Isola, e questo ci fa ben sperare per il proseguo della stagione che dovrebbe portare il 2022 a essere uno degli anni più importanti in assoluto, come presenze».

Determinante pare sia stata, anche la cooperazione attivata con i più importanti musei italiani tra i quali il Mann di Napoli, la Soprintendenza e la Direzione generale dei musei Sardegna. 

I ragazzi della Fondazione Barumini Sistema Cultura che gestiscono il servizio di tutti i monumenti non hanno avuto un attimo di pausa per accompagnare le migliaia di turisti, tra cui tantissimi stranieri.

Le stesse campagne del territorio sono state letteralmente prese d’assalto da coloro che amano il contatto diretto con la natura negli angoli più suggestivi, tra pinete, uliveti e sugherete.

A trarne beneficio sono stati anche gli operatori del settore come albergatori, ristoranti e bed & breakfast.

Con la stagione estiva che tra un mese si avvia verso la conclusione si prospetta quindi un altro anno da record, dopo gli ultimi due anni di pandemia da Covid-19 che ha visto ridursi notevolmente le presenze.

 I presupposti per un ulteriore miglioramento, ci sono tutti. Ad iniziare dal prossimo Expo del turismo culturale che si svolgerà proprio a Barumini, il quale sarà una ulteriore attrattiva per l’intera Sardegna.

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy