Attualità

Barumini, Su  Nuraxi  meta  preferita  per  il  turismo  archeologico-culturale

Condividici...

di Carlo Fadda
_____________________________

 I siti archeologici di Barumini trainano il turismo culturale in Sardegna, e il sito Unesco de Su Nuraxi risulta meta preferita con oltre 26.500 mila presenze nel trimestre giugno-agosto. L’importante risultato, attesta che gli ingressi dei visitatori rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, sono stati oltre 11 mila in più. La conferma arriva dai numeri dell’estate 2021, che nonostante gli strascichi ancora evidenti della pandemia Covid, certificano come l’area archeologica di Barumini sia la più ricercata dai turisti nazionali e internazionali che scelgono l’Isola. E questo avviene dopo lunghi e difficili mesi di chiusura imposta dal Governo nazionale per il contenimento della pandemia da Covid-19, riaprendo a maggio i cancelli ai turisti per il nuraghe Su Nuraxi, il polo museale di Casa Zapata con Nuraxi ‘e Cresia, e il Centro culturale Giovanni Lilliu.

Mostra de Su Nuraxi a Pompei

 

«Si tratta di numeri incoraggianti e che ci fanno ben sperare che la ripresa sia finalmente arrivata. Ci auguriamo che la stessa, possa consolidarsi nel proseguo della stagione e nel prossimo futuro – sottolinea il presidente della Fondazione Barumini sistema cultura, Emanuele Lilliu – Un traguardo importante per noi, con l’obiettivo di attivare nuovi eventi e percorsi in grado di sostenere la ripresa del turismo in Sardegna e nei nostri siti».

Importanti indicazioni arrivano anche grazie alla mostra “Humanum. Sardegna e Campania, da Su Nuraxi a Pompei” nata grazie alla collaborazione tra la Fondazione e il Museo archeologico di Napoli, la Soprintendenza Archeologica per la Città Metropolitana di Cagliari, la quale ha avuto sinora 4.600 visitatori. Nella stessa struttura è ospitata ancora la mostra “Mario Cesare, dalla tela dipinta alla forma scolpita” e le mostre stabili presenti tutto l’anno. E in continua crescita di visitatori anche il Polo museale di Casa Zapata con Nuraxi ‘e Cresia, altra importante attrazione, con 10.900 ingressi registrati nel periodo giugno-agosto.

Casa Zapata

Soddisfatto anche il segretario generale della Fondazione Barumini sistema cultura, Tonino Chironi: «Finalmente dopo tanta sofferenza per le ripetute chiusure dovute all’emergenza pandemica, oggi grazie ai vaccini e alle riaperture, possiamo dire che i dati dei flussi turistici nei nostri siti sono soddisfacenti, considerato anche le presenze di visitatori stranieri».
Le previsioni dell’anno in corso e per il prossimo 2022 sono ottimistiche da parte dei dirigenti della Fondazione, che intendono riprendere la strada del ritorno alla normalità, per ripetere i numeri che hanno portato i tre siti gestiti a essere punti di riferimento del turismo archeologico, storico e culturale in Sardegna. Tra l’altro, a luglio è partita un’affascinante novità: la possibilità di visite notturne all’all’interno della Reggia nuragica, resa possibile grazie al nuovo impianto d’illuminazione realizzato dalla Direzione regionale musei della Sardegna, che permette di scoprire ogni piccolo segreto del primo sito Unesco dell’Isola. Per permettere la massima fruizione dei siti in piena sicurezza, sono state attivate tutte le idonee procedure per il rispetto delle distanze, per la protezione individuale e per il controllo degli ingressi.
Si riprende quindi, dopo un danno economico rilevante, sia per l’attività nelle strutture archeologiche, storiche e culturali, ma anche per le attività di ristorazione, alberghi e rivendite varie del territorio. L’obiettivo comune è quello di rimettere subito in movimento il settore turistico e il suo indotto, grazie anche al lavoro di squadra. I siti sono aperti tutti i giorni dalle 9 alle 20 con ultima visita guidata in partenza alle 19.

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy