Attualità Sardara

Beni culturali: una novità e tante polemiche

Condividici...

Cinque mila euro per il “Bagno romano”. La Giunta di Sardara ha dato il via libera al progetto per la valorizzazione dell’edificio romano, nel piazzale delle terme di Santa Mariaquas. Lo comunica il sindaco, Roberto Montisci. «Il nostro impegno – spiega il primo cittadino – è continuare l’azione di recupero degli edifici storici. Questa volta abbiamo pensato di potere aprire le porte ai turisti e ai visitatori di una struttura purtroppo abbandonata. All’interno sono ancora visibili le vasche, ma nascoste dalle sporcizia degli uccelli, padroni assoluti». Ricorda l’interesse di quanti transitano in quell’area, soprattutto negli alberghi, per le acque curative.

2

«Siamo consapevoli – aggiunge Montisci – che per recuperare l’intero complesso occorrono molti soldi, non facili da trovare in questo periodo di crisi. Vogliamo iniziare a fare qualcosa». Si parte con la spesa di circa 5 mila euro, fondi recuperati fra le pieghe del bilancio. «Serviranno esclusivamente per rinfrescare l’esterno, tappare le fessure, finestre d’ingresso per i volatili. Infine pulire l’interno, tanto da permettere l’accesso e il percorso ai visitatori». Altro impegno del Comune è accrescere il patrimonio dei beni culturali, in vista della nuova gara d’appalto. Un bando atteso da oltre un anno, imprigionato dalla burocrazia, servizio mantenuto in vita dalle proroghe di mese in mese, complice  il “contrasto” interno fra sindaco e dipendenti. Fra di loro, inquilini dello stesso Palazzo civico, la comunicazione avviene tramite la carta stampata o via internet. Situazione che da tempo ormai accendi gli animi in Consiglio comunale. «Lo scorso anno – ricorda il capogruppo  di minoranza Roberto Caddeo – il Consiglio ha assunto l’impegno di attivarsi entro dicembre per gli atti necessari al nuovo bando di gara, scaduto nel 2015. Siamo a maggio e siamo ancora in regime di proroga. Vogliamo creare un altro debito? Vogliamo arrivare alla Corte dei Conti? Lo si dica chiaramente. Prederemo  le nostre decisioni».

Santina Ravì

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy