Attualità

Cagliari: al via le misure rigide sulla vendita di bevande per garantire la sicurezza dei cittadini

Condividici...

Vietata nel cuore di Cagliari la vendita di bevande alcoliche in tarda serata. Il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu ha disposto con ordinanza che, dal 1 giugno e sino al 31 ottobre , nei quartieri di Marina, Stampace, Castello, Villanova è fatto divieto di vendita per asporto, anche attraverso distributori automatici, di bevande alcoliche in qualunque contenitore e di ogni altra bevanda in contenitori di vetro dalle  22 alle ore 6 di tutti i giorni feriali, festivi e prefestivi . Nei quartieri di Marina, Stampace, Castello, Villanova, comprese la Piazza Matteotti, la Piazza del Carmine, la Piazza Dettori (compreso Vicolo Collegio e Scalette Santa Teresa), la Piazza San Sepolcro, la Piazza Santa Restìtuta, la Piazza Savoia, la Piazza Sant’Eulalia, la scalinata che collega Piazza Annunziata con via Mameli, le scalinate della chiesa di Sant’Anna, nel viale Europa, nel Parco della Musica e nel lungomare Poetto è vietato il consumo nelle vie e strade pubbliche o aperte al pubblico transito, salvo le aree in uso a qualsiasi titolo per l’esercizio dell’attività di ristoro e nelle aree ad esse antistanti e contigue, di bevande alcoliche e/o superalcoliche contenute in qualsiasi contenitore dalle 22 alle ore 6 di tutti i giorni feriali, festivi e prefestivi.Nel Lungomare Poetto è vietato il consumo, salvo che nelle aree in uso a qualsiasi titolo per l’esercizio dell’attività di ristoro e nelle aree ad esse antistanti e contigue, di bevande alcoliche contenute in contenitori di vetro e lattine dalle 22 alle 6 di tutti i giorni feriali, festivi e prefestivi; Nelle medesime zone, gli esercizi commerciali alimentari e misti (botteghe, empori, market e minimarket) con superficie inferiore a  150 metri quadri ed aventi nella loro offerta commerciale giornaliera bevande alcoliche e/o superalcoliche, cessano l’attività dalle 21 alle  6. Gli esercenti avranno l’obbligo di custodire i contenitori vuoti evitandone l’asporto ed è fatto altresì obbligo di provvedere al relativo smaltimento nel rispetto delle disposizioni impartite dall’amministrazione comunale; Nelle aree sopra citate, nei locali adibiti alle attività di ristoro, le bevande alcoliche e/o superalcoliche devono essere consumate sul posto ed esclusivamente all’interno dei locali stessi, o nelle aree in uso a qualsiasi titolo per l’esercizio dell’attività di ristoro. C’è poi l’obbligo per tutti gli esercizi pubblici, attività commerciali e artigianali (compresi i circoli privati) ubicati nelle aree interessate dal presente provvedimento di esporre in modo ben visibile il cartello di avviso recante l’informativa per l’utenza del divieto di cui trattasi.Sono previste sanzioni per i trasgressori.

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy