Attualità

Cgil: caos vaccinazioni nel Sulcis Iglesiente e Medio Campidano

Condividici...

La Cgil Camera del Lavoro della Sardegna Sud Occidentale chiede di fare chiarezza sul caos delle vaccinazioni nel territorio del Sulcis Iglesiente e del Medio Campidano.

«Rileviamo, a distanza ormai di alcuni mesi, forti criticità organizzative nelle vaccinazioni e nella disomogeneità con la quale si sta procedendo alle stesse che creano difficoltà e smarrimento negli utenti: sia nelle procedure di prenotazione che nelle inoculazion0187, afferma il segretario generale Antonello Congiu, «Abbiamo forti perplessità su quali criteri e quale tempistica sia stata individuata dalla Regione, per attivare in modo capillare ed efficace sul territorio i punti vaccinali territoriali, così come richiesto da molti sindaci».

Antonello Congiu

«In questo senso corre l’obbligo chiedere, visto lo scoramento e smarrimento che vivono i cittadini, se la Regione e le Aziende Sanitarie Locali, abbiano predisposto un calendario aggiornato delle vaccinazioni dei cittadini fragili e vulnerabili; se altresì sia stato predisposto un sistema di chiamate e/o di prenotazione per i cittadini con esenzione per patologia; se, considerata l’urgenza, sono noti i tempi di attivazione di tale sistema e quali le ragioni del grave ritardo rispetto alle vaccinazioni domiciliari dei soggetti non autosufficienti e/o impossibilitati a raggiungere i cosiddetti hub”», aggiunge Antonello Congiu, «All’interminabile attesa per avere a disposizione i vaccini e poter così contrastare efficacemente gli effetti drammatici della pandemia si aggiungono le lunghe attese e la sofferenza della campagna di somministrazione, che coinvolge in particolar modo gli anziani e i portatori di patologie gravi, dovuto ai ritardi, alle lunghe code e ai disagi nel dover raggiungere i pochi centri destinati a tale scopo».

«Nel merito, appare ingiustificato che nei pochi centri di prenotazione territoriali, vengano meno le procedure di registrazione degli utenti che spesso, quando riescono ad accedere si ritrovano RESPINTI, a causa della mancanza dei vaccini e costretti quindi a ripetere per altri giorni la trafila in coda, senza alcuna certezze di essere registrati e chiamati nei tempi programmati per essere finalmente vaccinati», sottolinea Antonello Congiu, «La Regione e la nostra ASL, dimostrano, purtroppo una incapacità programmatica e organizzativa nel somministrare anche le modeste quantità assegnate.  Si evidenzia, inoltre, l’assenza totale del coinvolgimento dei medici di famiglia nella loro fattiva collaborazione per le vaccinazioni, di sistemi adeguati di comunicazione e informazione dei cittadini in tutte le fasi di prenotazione nei centri, sulla reale disponibilità dei vaccini, per un serio e concreto sostegno alla vaccinazione nei confronti delle categorie più esposte».

«Altra preoccupazione, infine, è come la Regione intenda affrontare», conclude Antonello Congiu, «non solo la presente campagna vaccinale ma anche quelle future, in considerazione del fatto che tra i circa 206 progetti del Piano Regionale di Ripresa e Resilienza trasmesso a suo tempo al governo Italiano erano previsti nella missione 6 – Sanità – 244.500.000 euro (quello nuovo, se ne esiste un altro, non è dato conoscere) nessuno dei quali destinati al rafforzamento dei servizi sanitari territoriali. La Cgil, per tali ragioni, intende promuovere tutte quelle azioni necessarie verso le autorità locali e regionali, con l’obiettivo di promuovere e conseguire una campagna vaccinale, rispettosa, dignitosa e funzionale rispetto ai reali bisogno di tutta la popolazione».

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy