Attualità

Concorso diocesano “Presepi d’Ogliastra 2019”

Condividici...

di Antonio Obinu

_______________________

Ecco la luce che viene dalle tenebre”, questo è il tema dell’undicesimo Concorso diocesano Presepi 2019 che annualmente organizza la Diocesi di Ogliastra rivolto alle parrocchie e alle scuole di ogni ordine e grado.

La tradizione del presepe nella cultura cristiana ha origini lontanissime; i primi furono sicuramente gli evangelisti Matteo e Luca, ma già nelle catacombe a Roma si ritrovano diverse immagini che richiamano la Natività. Storicamente il “padre” del presepio è riconosciuto nella figura di San Francesco: quando si trovava nell’eremo di Greccio, la notte di Natale del 1223 ottenne da Papa Onorio III l’autorizzazione per una celebrazione eucaristica; l’altare montato sopra la mangiatoia tra il bue e l’asinello ispirò la tradizione di rappresentare la nascita di Gesù così come la conosciamo oggi. Nonostante la Chiesa abbia sempre vigilato perché certi comportamenti e/o gesti rituali non sconfinassero nella superstizione, ha da subito capito quanto importante fosse la simbologia di quell’avvenimento.

La data che ufficializzava il Natale il 25 Dicembre probabilmente risale al 336 d.C. quando è stata scritta la “Depositio Martyrum”, che altro non era se non un primo tentativo di calendario liturgico. Le motivazioni sono diverse.

Una tra le più accreditate è il tentativo da parte della Chiesa cristiana di sovrapporre una data così importante ad una festività pagana molto sentita come il Sol Invictus, il Solstizio d’Inverno. Per l’individuazione dell’anno bisogna fare riferimento a due avvenimenti storici ben precisi: la morte di Erode il Grande e il Censimento di Quirino, quando a seguito di un editto di Cesare Augusto fu censita tutta la popolazione dell’Impero.

Anche l’usanza di rappresentare la Natività con l’uso di statuine, personaggi, ha origini lontane che si collocano fuori dal cristianesimo. Basti pensare al modo con il quale i romani veneravano le proprie divinità.

Già da diversi anni la tradizione del presepio è stata rilanciata sotto forma di concorso da parte della Diocesi d’Ogliastra. Tutto è partito dall’idea del vescovo di Lanusei Monsignor Antioco Piseddu e rilanciata poi dall’attuale vescovo Monsignor Antonello Mura: tutti gli anni una tematica differente a testimonianza della centralità del progetto nella vita cristiana. Quest’anno siamo arrivati alla undicesima edizione dal titolo Ecco la luce che viene dalle tenebre, “Veniva nel mondo la luce vera, quella che illumina ogni uomo (Giovanni 1,9)”. La manifestazione vuole così stimolare la creatività dei partecipanti “a rendere visibile attraverso la metafora della luce quanto si compia nell’incarnazione di Gesù”. Sarà poi la Commissione diocesana a valutare i lavori presentati stilando la graduatoria finale premiando con quattrocento euro il miglior presepe di ciascuna sezione. È previsto anche un riconoscimento di cento euro come menzione speciale per i lavori più interessanti e originali.

Lo scorso anno il Concorso proponeva come tema “Quale personaggio aggiungi?…” dove veniva richiesto di collocare insieme agli altri personaggi del presepio una figura che per il suo comportamento ed il suo messaggio meritasse di occupare una simile posizione. Risultarono vincitori la parrocchia di Villanova Strisaili e l’Istituto Comprensivo 2 di Monte Attu (Tortolì). Sono stati menzionati con un premio speciale anche le parrocchie di Seui e di Arbatax, e la Scuola Primaria di Arzana.

Tra i progetti ideati da Monsignor Piseddu e rilanciati da Monsignor Mura va menzionato anche il Premio letterario San Giorgio diviso in due sezioni sul tema l’Ogliastra”: opere di saggistica inedite o comunque pubblicate negli ultimi cinque anni e non premiate in altri concorsi, oppure fotografie o cortometraggi della durata massima prestabilita come da regolamento. Il prossimo anno sarà la venticinquesima edizione.

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy