Attualità Turri

Convegno sulla necessità di valorizzare la coltivazione e la vendita dello zafferano

Condividici...

Il 26 ottobre nei locali dell’azienda “Zafferano e spezie di Sardegna” di Turri si è tenuto il primo appuntamento dell’evento “Migrante del gusto – Zafferano di Sardegna. Storia, diffusione e adattamento”. Il convegno, incentrato sullo zafferano, ha ripercorso la sua storia e la sua importanza culturale, economica e antropologica per la Marmilla e, più in generale, per la Sardegna. Dopo i saluti dei sindaci di Turri Martino Picchedda, di  Villanovafranca Matteo Castangia e di San Gavino Carlo Tomasi, sono intervenuti i docenti Emmanuele Farris dell’Università di Sassari con Giovanna Piga autrice di una ricerca sull’origine dei bulbi dello zafferano, Giuseppe Seche dell’Università di Cagliari; Raimondo Mandis di Slow Food Cagliari, Francesco Severino Sanna di Laore Sardegna e Barbara Pisanu di Agris Sardegna.

Il tema dello zafferano è stato dunque affrontato sotto diversi aspetti in base al settore di studi degli autori degli interventi che hanno confermato la necessità di valorizzare la coltivazione e la vendita di questo prodotto, simbolo dell’identità culturale sarda. Emblematica è stata dunque la scelta della sede del convegno: l’azienda “Zafferano e spezie di Sardegna” di Turri, infatti, nasce nel 1995 come impresa a carattere familiare in un periodo in cui la coltivazione dello zafferano era meno diffusa rispetto ad oggi e rischiava probabilmente di scomparire. La famiglia Picchedda, in questi ventitré anni di attività, ha diversificato la propria produzione trattando, oltre lo zafferano, le confetture, i liquori, le erbe aromatiche, il miele e recentemente anche la pasta. Questa attività è certamente un esempio lampante di quanto il territorio può favorire lo sviluppo economico di un piccolo comune, contribuendo anche a migliorare la qualità di vita dei cittadini. Il convegno è stato moderato da Vanessa Podda e accompagnato dal violino del maestro Marco Castro. Al termine dei lavori, dopo il saluto finale del presidente del Consorzio Turistico Sa Corona Arrubia Francesco Sanna, gli ospiti hanno potuto gustare i prodotti offerti dall’azienda in un aperitivo al tramonto a base di formaggi, salumi e vino del territorio. I prossimi appuntamenti sono il 4 novembre a Villanovafranca, l’11 novembre a San Gavino e il 18 novembre nuovamente a Turri per la conclusione del percorso sull’oro rosso di Sardegna.

Francesca Garau

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy