Attualità San Gavino Monreale

Discarica abusiva vicino all’ecocentro comunale

Condivici...

È da tempo che il Comune ha dichiarato guerra a chi abbandona i rifiuti in campagna o dentro il paese in discariche non autorizzate ed ora, nonostante gli sforzi di tanti sangavinesi, c’è ancora qualcuno che preferisce non conferire i sacchetti nei centri autorizzati o sotto casa propria. Succede anche nelle vicinanze dell’ecocentro comunale che si trova nella zona artigianale e che è dotato di telecamere come ricorda il sindaco Carlo Tomasi: «Ci chiediamo quale sia il motivo che porta all’abbandono dei rifiuti nei luoghi non idonei. A tutti noi appare un atto di inciviltà ingiustificato che ha la conseguenza di trasformarsi in obbligo di bonifica e dunque un costo aggiuntivo per tutta la comunità. Eppure la videosorveglianza registra quotidianamente e nitidamente queste azioni ed è ormai imminente l’autorizzazione all’utilizzo delle immagini per notificare le sanzioni. L’amministrazione, l’ufficio tecnico e la ditta che gestisce la raccolta dei rifiuti, sono a disposizione per la segnalazione e risoluzione di qualsiasi difficoltà di conferimento».

Tutto questo succede quando la  stragrande maggioranza dei sangavinesi negli anni ha dimostrato di avere il senso civico ed ecologista attuato con il corretto conferimento dei rifiuti che vengono ritirati da casa e che, separati, sono materiali riciclabili per un nuovo utilizzo. Questo senso di rispetto per il proprio paese è testimoniato dall’andamento della raccolta differenziata: «In diversi mesi -aggiunge il primo cittadino – ha toccato il tetto del 90 per cento, lasciando dunque al secco non recuperabile il rimanente 10 per cento (vero costo per la comunità). Concorre alla corretta separazione il lavoro fatto nell’ecocentro, dove tanti di noi conferiscono con senso civico e rispettando talvolta le file che si formano per l’attento controllo degli addetti sui materiali. All’ecocentro è possibile consegnare una molteplicità di materiali oltre i quali è immaginabile si tratti di rifiuti speciali che hanno i loro conferimenti specifici nel rispetto delle leggi».

Gian Luigi Pittau

Condivici...

il 1 e il 15 di ogni mese…