CRONACA. CAGLIARI

Drogarsi a 12 anni. Gli amici: “Non è nostra responsabilità, ognuno sceglie per sé”

Condividici...

È successo nella serata di ieri, lunedì 3 febbraio, in piazza Giovanni XXIII davanti all’ingresso dell’oratorio parrocchiale a Cagliari: mentre gli spacciatori vendevano la droga indisturbati, nella totale indifferenza dei passanti, due ragazzini di 12 – 13 scherzavano tra loro. Due volontari di Mondo Libero dalla Droga, mentre facevano la consueta campagna di prevenzione, hanno offerto ai ragazzi i libretti “la verità sull’eroina”. È nata una breve conversazione tra i ragazzini e i volontari. “Quei due ragazzi che sono sdraiati sulla panchina sono nostri amici e si sono “fatti” – dichiarano  – non è nostra responsabilità se si fanno, ognuno sceglie per sé”.

A 12/13 anni, adolescenti, in pieno centro a Cagliari, davanti all’oratorio, là dove i genitori ritengono siano al sicuro da pericoli, convinti che i loro figli siano dentro a giocare e divertirsi, non fuori in balia degli spacciatori.

“La situazione in città è disastrosa – dichiarano Giorgio e Maria Rosa due dei volontari che da anni hanno deciso di fare qualcosa nella direzione della prevenzione alla droga – ci sono interi quartieri in mano alla malavita, dove è pericoloso anche passare. I commercianti esasperati, -continuano i volontari – sono costretti a chiudere i battenti prima che faccia notte, perché è pericoloso tenere i negozi e gli esercizi pubblici aperti fino a tarda ora”.

Per quanto le forze dell’ordine stiano facendo un ottimo lavoro per sopprimere questo fenomeno, lo spaccio e il consumo di droga continua a crescere e il cittadino onesto si sente sempre più in pericolo. E, aspetto molto grave, i nuovi consumatori sono sempre più giovani.

Che fare?

Il filosofo L. Ron Hubbard già negli anni ’70 affrontando il dilagare della droga che già allora mieteva milioni di vittime in tutto il mondo, scriveva “L’arma più efficace nella guerra contro la droga è l’istruzione” e a queste parole fanno riferimento i volontari di Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, convinti che le bugie dei pusher vanno sostituite con la verità sulla droga, quella verità che nasce dalla triste e drammatica esperienza di chi la droga l’ha vissuta sulla propria pelle e nelle proprie vene.

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy