Attualità

Due piazze di Guspini saranno intitolate a Joyce Lussu e Nadia Spano

Yoyce e Emilio Lussu
Condividici...

di Maurizio Onidi

________________

La Commissione Pari Opportunità di Guspini  ha portato avanti un progetto di toponomastica al femminile, in quanto ritiene che la intitolazione delle strade e delle piazze, ma anche di aree verdi e spazi pubblici, riflettano ancora oggi una cultura e una dimensione sociale e storico culturale molto misogina.

Nella sua analisi la commissione ha rilevato che diverse aree verdi e piazze presenti  nella cittadina  ancora non  avevano una denominazione, per cui ha optato di intitolarle alcune a donne di grande spessore culturale particolarmente legate alla Sardegna.Una ulteriore occasione per diffondere la cultura di genere e dare visibilità alle donne che hanno contributo a migliorare la società in tutti i campi.

Valutata l’importanza di individuare una area verde o piazza in una zona meno centrale e frequentata del paese, portando avanti anche un progetto di valorizzazione delle periferie, ritenendo che la riqualificazione influisca positivamente sulla qualità della vita di tutta la cittadina e non solo del quartiere individuato. Creare luoghi di ritrovo curati,  diventa anche l’occasione per creare un legame positivo e collaborativo fra residenti, una riqualificazione  quindi non solo urbana  ma anche sociale.

Sono state individuate due aree, i giardini pubblici di via Marconi e la piazza situata nel quartiere Is Boinargius tra via P. Togliatti,  Via E. Lussu e Via M. Alicata.

La prima, verrà intitolata a Gioconda Beatrice Salvadori Paleotti,  nota come Joyce Lussu,  partigiana, traduttrice e poetessa italiana, medaglia d’argento al valore militare, capitano delle brigate giustizia e libertà, moglie di Emilio Lussu. Joyce volle conoscere l’isola e la sua gente e nel 1944 si recò ad Armungia, il paese del marito Emilio Lussu, incontrò i contadini, ascoltò i loro racconti e quelli delle loro donne e si legò fortemente e per sempre alla Sardegna. Nel 1982 pubblicò la raccolta di racconti dedicati alla civiltà Sarda “L’Olivastro e l’innesto”. Dedicò una parte fondamentale  della sua carica vitale al rapporto con i giovani, con l’auspicio di un futuro di pace, da costruire con impegno costante.

Nadia Gallico Spano

La seconda piazza sarà dedicata a Nadia Gallico Spano,  politica e componente  dell’Assemblea Costituente italiana. Nadia ebbe un importante ruolo nella battaglia per l’estensione del diritto di voto alle donne. Sempre dalla parte dei più deboli, impegnata nello sviluppo del Mezzogiorno, sostenne la questione femminile non come uno dei tanti problemi, ma come il “Problema del Paese”. Moglie di Velio Spano, venne di frequente a Guspini, come lei stessa ricorda nel suo libro “Mabruk”.

Sulle due aree individuate sono state effettuati degli interventi di riqualificazione e altri più complessi sono in atto al fine di renderli più accoglienti. Verranno installate delle targhe che ricorderanno l’impegno delle due donne per il bene della collettività.

L’appuntamento, cui presenzieranno i familiari di Joyce Lussu e di Nadia Gallico Spano è fissato per il 25 settembre alle 10 ai Giardini pubblici di Via Marconi e a seguire nel quartiere  Is Boinargius.

 

           

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy