Politica Samassi

Elezioni amministrative: tre i candidati a sindaco

Condividici...

A meno da un mese dalle amministrative, a Samassi si respira aria di fermento e soprattutto gli animi si scaldano e la tensione sale. Il dado è tratto. Gli schieramenti sono ormai venuti a galla, i candidati popolano il paese della Terra cruda alla ricerca di possibili elettori e con foga e passione i tre protagonisti si danno battaglia sulle piazze virtuali oltre che in quelle paesane.

1

Una campagna elettorale giocata nella rete, a suon di stoccate tripartite a cui i cittadini possono assistere in diretta commentando personalmente ed esprimendo le proprie preferenze. Tre candidati che non sono certamente sconosciuti ai loro compaesani.

2Enrico Pusceddu, sindaco uscente che si ripropone con la sua lista “Samassi c@mbia 2.0”: costituita da vecchie conoscenze ma anche volti nuovi che si spera possano, se eletti, portare avanti il programma iniziato con il mandato in scadenza.  Programma elettorale che come anticipato da Pusceddu si basa sui progetti e sugli obiettivi non portati a termine durante questa amministrazione. Punti focali sono le quattro grandi tematiche: famiglia, lavoro, benessere  e socializzazione. Quindi continuare i progetti già finanziati a livello sociale e familiare, per poi passare alle opere e infrastrutture, alla formazione lavorativa, alla valorizzazione ambientale e sportiva senza dimenticare il fattore culturale e le modifiche necessarie alla macchina amministrativa.

4Ciso Vacca, che è stato per trent’anni dipendente comunale prestando servizio presso l’ufficio tecnico, insieme al suo gruppo ritiene di poter ricucire lo strappo avvenuto tra cittadini e amministrazione pubblica, a suo avviso possibile solo con la stretta collaborazione dei dipendenti comunali. Presenta anche lui un programma vasto, improntato sulla trasparenza ed un reale rapporto con i cittadini, dei progetti che non idealizzano un paese perfetto ed illusorio, ma, un qualcosa di diverso, più ricco di sostenibilità e vivibilità.

L’intenzione è quella di eliminare il divario tra cittadini del centro e della periferia,  apportare migliorie nel settore agricolo e a livello del centro storico, a seguire azioni socio-culturali per rivalorizzare le festività paesane e le tradizioni dimenticate, un grande progetto riguarda, inoltre, l’ambito sportivo con la creazione di un’isola sportiva per i ragazzi.  Lui e i suoi candidati hanno dato vita alla lista “Samassi si sveglia” perché ritengono che i cittadini si siano assopiti ormai da troppi anni e che sia arrivato il momento giusto per svegliarsi.

3Giorgio Mancosu, non è novizio alla politica, da sempre attivo nell’ambito politico e giovanile, è consigliere di opposizione nell’attuale amministrazione e  si ritiene consapevole di conoscere ciò che è necessario modificare nel paese. Si propone come sindaco insieme ad una rosa di nomi portatori di istanze e realtà differenti. Si sentono come cittadini comuni e attraverso il dialogo con un gruppo virtuale aperto all’intera comunità hanno raccolto idee diverse e dato vita al loro programma elettorale. Secondo Mancosu questa campagna elettorale si vincerà con una presentazione del progetto e di loro stessi più reale che mai, l’elettore deve capire che non si trova di fronte alla proposta di cattedrali nel deserto ma della verità. Il loro è un programma chiaro e semplice, ma, dinamico che così potrebbe essere attuato con concretezza. Le tematiche da lui trattate vanno da interventi a livello culturale per dare particolare attenzione al problema degli impianti sportivi, per poi passare ad interventi mirati per il risparmio energetico, l’ambito sociale, incentrandosi poi sulla figura dell’imprenditore agricolo e le mancanze da colmare a livello urbanistico. Ho analizzato i progetti elettorali di tutte e tre le liste, e mi pare inutile fare un’elencazione e analisi accurata poiché le loro idee sono molto simili».

Tutti e tre i candidati a sindaco conoscono bene Samassi e i suoi problemi e sono consapevoli di quello che manca al paese, la domanda è: chi vincerà le elezioni sarà veramente in grado di concretizzare le promesse che sta facendo in campagna elettorale? Penserà davvero al bene pubblico e, soprattutto riuscirà a lavorare sapientemente con i pochi fondi che oggigiorno si hanno a disposizione nelle casse comunali sempre più manchevoli di finanziamenti? Da samassese spero che ciò accada e auguro una buona campagna elettorale ai candidati di ogni lista, che possano dar vita ad un giusto dibattito senza mai dimenticare il loro fine comune: il bene del nostro paese.

Carola Onnis

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy