Assemini Attualità

Emergenza strade: quando si rimedia?

Assemini. Via XX Settembre.
Condividici...

Oramai sta diventando una vera e propria emergenza. E quel che è peggio, dimostra di non essere percepita perlomeno da chi, al problema, dovrebbe porvi rimedio. Parliamo di strade: di quelle interne e quelle esterne. È davanti agli occhi di tutti dello stato in cui versano e a quali rischi espongano automobilisti e cittadini tutti di conseguenza.

Le strade interne più trafficate come il corso Africa dove avvallamenti e buche costringono a pericolose gimkane per evitarle. E poi le strade del centro storico, non meno trafficate, con la via XX Settembre e la sua pavimentazione in disfacimento. La via Carmine ugualmente in condizioni da “mani nei capelli”.

Nell’elenco infiliamo anche le strade extraurbane ma non meno importanti come la vecchia Iglesiente che collega Assemini con Decimomannu dove infide e profonde buche distruggono gomme e cerchioni delle auto. E poi la “bretella” che collega la 130 con la 131 nel prolungamento della via Sardegna dove ai problemi delle buche sempre tardivamente riparate con interventi che durano lo spazio di poco più di una settimana. E non è neanche il problema più urgente in una strada dove la segnaletica stradale è scomparsa per logorio e quando è buio è davvero un terno al lotto  percorrerla.

Diciamocela tutta: quando poco più di cinque anni fa era subentrata la prima Giunta a guida 5Stelle, la situazione era anche peggio. Erano dovuti trascorrere almeno tre anni prima di riuscire a far decollare i lavori pubblici e riuscire a ripristinare una buona fetta di strade interessandole anche da importanti lavori nei sottoservizi. L’esempio del quartiere di Santa Lucia lo ha evidenziato quando si è assistito a interminabili lavori nelle strade sventrate che però (bisogna anche riconoscerlo) hanno evitato i grandi disagi di “acqua alta” che si verificavano quando pioveva poco, poco più del normale. Oggi non è così e se ne deve dare atto. Però, però, molti di quei lavori effettuati in un’incredibile (per le abitudini maturate a Assemini) abbuffata di lavori pubblici oggi registrano anche qualche difetto. E non si capisce perché non si sia ancora riusciti a riportare le imprese che hanno eseguito i lavori a riaprire i cantieri per rimediare.

Gli attraversamenti pedonali con i dossi quasi da subito rovinati sono lì a dimostrare che si poteva fare di più senza limitarsi a disfare semplicemente i lavori fatti male come, appunto l’attraversamento davanti alle scuole medie di corso Africa antipaticamente fatto negli ultimi giorni precedenti le ultime elezioni comunali. C’è bisogno di uno scatto di reni evitando, magari, di dolersi se i cittadini segnalano disservizi. Di questi tempi l’impegno civico non è neanche poco.

Gian Luigi Pala

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy