Sicurezza alimentare e nutrizione

Endometriosi

Condividici...
Dott. Andrea Vacca

L’Endometriosi è una patologia cronica che colpisce circa il 10% della popolazione femminile in età fertile. È molto diffusa, caratterizzata dalla presenza di endometrio (mucosa che normalmente riveste esclusivamente la cavità uterina) in sede eterotopica cioè al di fuori dalla cavità uterina, ad esempio in ovaie, tube, peritoneo, vagina, intestino e vescica.

Essendo una malattia ormono-dipendente, l’endometrio impiantato in sede extrauterina, durante il ciclo mestruale, va incontro a un sanguinamento determinando un processo infiammatorio e formazione di cisti che possono avere dimensioni da pochi millimetri sino a 10 centimetri.

La patologia può colpire la donna dalla prima mestruazione sino alla menopausa, anche se la maggiore incidenza si verifica tra i 25 e i 35 anni.

Quali sono le cause?

Le cause dell’Endometriosi, a oggi, sono ancora sconosciute. Non è del tutto chiaro quale sia il meccanismo che provochi la comparsa della patologia. Tra le varie teorie la più accreditata è la cosiddetta mestruazione retrograda ovvero, durante la mestruazione, alcune cellule dell’endometrio escono attraverso le tube nella cavità peritoneale per poi impiantarsi al di fuori della cavità uterina, ad esempio, sul peritoneo o sulla vescica. L’Endometriosi potrebbe avere anche una causa genetica, quindi ereditaria e potrebbe inoltre essere legata all’inquinamento ambientale.

Quali sono i sintomi di questa patologia?

Sono diversi e peggiorano durante le mestruazioni. Si possono avere dolori lombari cronici, mestruazioni dolorose, dolore durante i rapporti sessuali, durante la minzione, durante la defecazione, si può avere stitichezza alternata a diarrea, irregolarità del ciclo mestruale, sanguinamenti molto forti e può portare anche sterilità nel 30-40% dei casi. Talvolta può essere asintomatica e viene scoperta per caso attraverso esami di routine. Indubbiamente, l’Endometriosi è una patologia invalidante per la donna riducendo notevolmente la qualità della vita.

Che ruolo ha l’alimentazione?

Non sussistono chiare evidenze tra dieta ed endometriosi, ovvero non esiste una dieta specifica per questa patologia ma, indubbiamente, il corretto stile di vita, l’attività fisica costante e l’alimentazione corretta aiutano notevolmente a migliorare il benessere della donna che soffre di endometriosi. Quali sono dunque le indicazioni nutrizionali?

Si consiglia di:

– Seguire il modello della Dieta Mediterranea senza eliminare alcuna categoria di alimenti, variando l’alimentazione nell’arco della giornata e della settimana, riducendo il consumo di carni rosse, caffeina, cioccolato, latte e derivati, grassi saturi ed evitando l’uso della soia, bevande ricche in zuccheri e il consumo di carboidrati raffinati.

Perché? È fondamentale tenere sotto controllo l’infiammazione anche attraverso una corretta alimentazione:

– Aumentare del 20-30% il consumo di fibre che troviamo in cereali integrali, legumi, verdura e frutta.

– Consumare cibi che contengono omega 3 che sono acidi grassi i quali esercitano una forte azione antinfiammatoria, presenti nel tonno, salmone, pesce azzurro, olio extravergine d’oliva e frutta secca a guscio come noci e mandorle.

– Mantenere un peso corporeo nella norma, in quanto, i chili di troppo, aumentano l’infiammazione che fa peggiorare i sintomi della patologia.

Dott. Andrea Vacca

Biologo Nutrizionista

Mail: info@studioagiemme.it

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy