Sicurezza alimentare e nutrizione

Frutta: quando consumarla?

Condividici...

Qual è il momento della giornata più giusto per consumare la frutta? Lontano o durante i pasti? In molti si pongono questa domanda e, visto il dilagare di informazioni errate reperibili sul web o riviste, ho deciso di fare chiarezza a riguardo. Per altre curiosità e aggiornamenti consiglio di consultare il sito www.studioagiemme.it.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di consumare 5 porzioni di frutta e verdura al giorno, rispettivamente 3  e 2.

La frutta e la verdura sono ricche d’acqua, rappresentano un’ottima fonte di vitamine, minerali, antiossidanti e fibra alimentare, importanti per regolare diverse funzioni fisiologiche nel nostro organismo in quanto riducono i livelli di colesterolo nel sangue, regolano il transito intestinale, conferiscono senso di sazietà . Chi consuma, regolarmente, frutta e verdura è più protetto dalle patologie cardiovascolari, ictus e da alcuni tipi di tumore. Mangiare frutta e verdura fresca, di stagione e a km 0, variando i colori nell’arco della giornata, aiuta a non essere carenti di vitamine e minerali, necessari al nostro organismo per rimanere in salute, a combattere i radicali liberi (molecole nocive per le nostre cellule), a contrastare l’invecchiamento e a mantenere i tessuti sani. Attenzione però a non eccedere con la quantità di frutta in quanto è comunque zuccherina. Usiamo sempre il buon senso.

fruit collection

Torniamo alla domanda iniziale: è meglio mangiare la frutta lontano dai pasti o a fine pasto?

Non esiste una verità assoluta, ci sono persone che tollerano la frutta a fine pasto e altre che lamentano gonfiore e malessere. In genere questo fenomeno è dovuto non alle fibre della frutta ma all’intestino infiammato, irritato, per cui, la fermentazione della frutta potrebbe creare questo fastidio. È importante curare il proprio microbioma e l’intestino attraverso un corretto stile di vita.

Consumare la frutta all’inizio o alla fine del pasto principale presenta dei vantaggi:
– stimola il senso di sazietà grazie al contenuto di fibre che provocano un rallentamento dello svuotamento gastrico;
– contribuisce a equilibrare l’indice glicemico dell’intero pasto;
– protegge dall’azione dei radicali liberi, contrasta gli stati infiammatori, l’azione di sostanze tossiche e cancerogene presenti nella nostra alimentazione grazie alla presenza di polifenoli (sostanze antiossidanti e antinfiammatorie);
– favorisce l’assorbimento del ferro dagli alimenti;
– aiuta a digerire le proteine grazie alla presenza di alcune sostanze come la bromelina, presente nell’ananas;
– riduce l’assorbimento intestinale di colesterolo presente nei cibi di origine animale grazie alle fibre solubili.
Di contro, consumare la frutta negli spuntini potrebbe favorire un picco glicemico e insulinemico e, quindi, ostacolare la perdita di peso o creare problemi in soggetti diabetici.
Se si assume frutta nello spuntino, il consiglio è di associarla a una fonte proteica che può essere ad esempio della frutta secca.

Concludendo, non c’è una regola valida per tutti, esiste la singola persona, che può essere sana o con patologie, in sovrappeso oppure obesa, o uno sportivo, quindi il consiglio è quello di parlarne con il vostro nutrizionista di fiducia in modo da effettuare la scelta più adeguata.

Andrea Vacca

biologo nutrizionista

Mail: info@studioagiemme.it

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

Notizie sull'autore

lagazzetta

Aggiungi Commento

Clicca qui per inserire un commento

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy