Attualità

Gonnosfanadiga e Villacidro ricordano don Giovannino Pinna nel 50° anniversario di sacerdozio (1969-2019)

Don Giovannino Pinna
Condividici...

di Manuela Garau*

Il 6 settembre del 1969, nella parrocchia Santa Barbara di Gonnosfanadiga, don Giovannino Pinna veniva ordinato sacerdote.
Vice parroco prima a Pabillonis e Uras, poi parroco a Baressa e, infine, nella parrocchia di Santa Barbara a Villacidro, è tornato nella casa del Signore il 29 gennaio del 2011 dopo un periodo di malattia e sofferenza, lasciando un buon ricordo di sé tra la gente, credenti  e non credenti, e soprattutto tra i fedeli delle parrocchie che, nel corso della sua missione, ha servito con le braccia, con il cuore, con la mente e con tutta la sua anima.
Tra settembre e i primi di ottobre di quest’anno, a Villacidro e Gonnosfanadiga si sono svolte alcune iniziative e sante messe per ricordare il 50° anniversario di sacerdozio del “piccolo” prete gonnese.

Parrocchia del Sacro Cuore a Gonnos

Il 12 settembre pomeriggio scorso, nel salone parrocchiale della chiesa del Sacro Cuore, il parroco don Giorgio Lisci ha organizzato un incontro per ricordare don Pinna.
Hanno partecipato all’iniziativa fedeli provenienti dalle parrocchie del Sacro Cuore e di Santa Barbara in Gonnosfanadiga, dalle parrocchie Santa Maria Maddalena a Uras, San Giorgio a Baressa e Santa Barbara a Villacidro.
Da Uras è intervenuto Gianni Siddi, che ha ricordato le iniziative pastorali portate avanti da don Giovannino, tra le quali l’istituzione di un coro polifonico, ancora oggi in attività, sottolineando come il sacerdote fosse riuscito, con entusiasmo, a coinvolgere i giovani del paese. Da Baressa, a nome di tutti i fedeli della parrocchia di San Giorgio, è intervenuta Maria Eugenia che ha sottolineato l’apertura e la disponibilità del prelato nei confronti di tutti, riuscendo a coinvolgere un’intera comunità nelle varie iniziative pastorali e sociali che venivano portate avanti.
Tra le testimonianze, quella del sindaco di Gonnos, Fausto Orrù: «Don Giovannino aveva sempre una parola di conforto per i miei momenti difficili vissuti come giornalista ma anche come semplice cittadino, spesso utilizzando frasi in sardo che rendevano meglio ciò che voleva esprimere per tirarti su di morale: “crasi è giai tottu scaresciu. Bai tranquillu cun Deus”».
Ha rilasciato la propria testimonianza anche Giovanni Spano, animatore della parrocchia Santa Barbara di Villacidro e, poi, infine, don Giorgio Lisci: «A distanza di tanti anni non ricordo né il giorno né il mese, ma è impressa nella mia mente il brevissimo colloquio avuto con Don Giovannino quando arrivò sacerdote novello come vice parroco a Pabillonis. […]. Oggi a distanza di anni, con trentuno quasi trentadue di messa, è ancora vivo il suo ricordo. […]. Posso con certezza affermare che per me è stato un modello, è riuscito a farmi apprezzare le cose semplici della vita fino a farmele rendere segni tangibili di un ministero che ha come primo obiettivo la cura degli ultimi». Dopo l’incontro, don Lisci ha celebrato la messa in memoria di don Pinna, al termine della quale ha consegnato un ricordino con impressa l’immagine di don Giovannino.

Parrocchia S. Barbara a Gonnos
Il 6 ottobre scorso, don Raimondo Virdis ha celebrato la messa in memoria di don Pinna, ricordando la sua figura di uomo semplice, che si è messo al servizio di tutti e in particolare degli ultimi.

Parrocchia S. Barbara a Villacidro

Il 5 ottobre scorso, nell’auditorium parrocchiale S. Barbara, la Fondazione “Mons. Giovannino Pinna” ha organizzato un incontro per ricordare l’ex parroco don Giovannino, primo cittadino benemerito di Villacidro.
È intervenuto per primo don Angelo Pittau, che ha ripercorso, per tappe, il lungo rapporto di amicizia che lo ha legato a don Pinna, sin da quando erano giovani sacerdoti, impegnati sul fronte pastorale, ma anche in ambito sociale, giornalistico e culturale.
Ci sono stati momenti e passaggi commoventi della testimonianza di don Angelo che si è rivolto, a conclusione del suo intervento, a don Pinna perché possa vegliare e pregare per la comunità di Villacidro.
È seguita la testimonianza di Giannina Orrù, animatrice e direttrice del coro parrocchiale. Costei ha raccontato di aver conosciuto don Giovannino quando era ancora un’adolescente, ma di aver conosciuto e apprezzato ancor di più il ministero pastorale di don Pinna quando è stato parroco a Santa Barbara. Ha inoltre ricordato il percorso, quando lei è stata vice sindaco, che ha portato l’amministrazione civica, – con il sindaco, Ignazio Fanni, non nel pieno delle sue funzioni poiché, come don Pinna, gravemente ammalato – a tributare, su richiesta dei cittadini e dei fruitori della mensa per i poveri di Villacidro, dallo stesso don Pinna istituita, un omaggio al sacerdote di tutti, con il rilascio della cittadinanza benemerita.
L’ultimo intervento, quello di Antonio Piras, presidente dell’Unitre di Villacidro, è stato letto poiché assente. Di don Pinna ha scritto: «Inviato a Villacidro è venuto da noi con entusiasmo, così il nostro paese è diventato subito il suo paese. […]. Ha saputo conquistarsi la fiducia che il paese gli ha dato senza riserve, mettendosi subito al lavoro». Ha innaffiato tanti semi. «Molti sono diventati rapidamente alberi rigogliosi che fruttificano». «Ma uno di questi alberi che ci sta a cuore, oltre alla sua opera religiosa e, senza escluderla, è sicuramente l’Università della terza età». «Oggi è dal Padre, come lui desiderava. Una malattia impietosa glielo ha fatto raggiungere prima di quanto tutti avremo voluto. Da lì gli chiediamo di seguirci ancora. Il nostro albero è bello, grande, ma ha bisogno di approfondire le radici per resistere alle intemperie e dare frutti sempre più numerosi e possibilmente più importanti come lui si proponeva».
Al termine dell’incontro, è seguita la messa, celebrata da don Giovanni Cuccu.
* Fondazione Mons. Giovannino Pinna    

Condividici...

Notizie sull'autore

lagazzetta

Aggiungi Commento

Clicca qui per inserire un commento

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

claudio canalis

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy