Cultura Senorbì

Gramsci e Lussu raccontati attraverso il fumetto

Condividici...

L’importanza dei due “grandi” pensatori nel panorama internazionale, anche attraverso un serrato parallelismo biografico, è senza dubbio il valore aggiunto della serata col fumettista Sandru Dessi il quale presenta, contemporaneamente, due libri, entrambi a fumetti, “Emilio Lussu: la vita  e il pensiero” (Carlo Delfino Editore) e il primo volume della Trilogia “Il mondo di Antonio Gramsci” (Editrice Iskra), in collaborazione con Viviana Faedda.

L’Autore, compaesano di Lussu e docente di Materie Letterarie e Storia dell’Arte, è da anni impegnato nella promozione e valorizzazione della cultura sarda attraverso il medium fumettistico.

Come nasce l’idea del libro a fumetti?

Scrivo da undici anni e mi trovo all’ottava pubblicazione. Da sempre coltivo la passione per questi due scrittori. Lavorando nel mondo della scuola mi sono reso conto di quanto sia importante la diffusione del loro pensiero, che apparentemente potrebbe sembrare ostico, ma non lo è affatto! Infatti col linguaggio delle immagini, possiamo renderlo ancora più fruibile, accessibile e quindi farlo conoscere ad un pubblico sempre più vasto, specialmente fra i giovani. L’obiettivo nasce e si sviluppa in una prospettiva didattica e divulgativa. Ho lavorato molto sulla vita e sul pensiero gramsciani, infatti il testo, per la maggior parte, è costituito da citazioni, con l’aggiunta creativa di un mio contributo personale, nella parte finale del libro, finalizzato a spiegare la straordinaria passione del grande Ghilarzese per la cultura e per la funzione della scuola, argomento al quale, da docente, sono naturalmente molto sensibile!.

Hai portato il tuo lavoro oltre i confini regionali e nazionali, esatto?

Si, sono stato a Roma, Torino, Milano, Bologna e…anche a Berlino e posso dire che, questa mia attività, anche per i personaggi di cui mi sono occupato, mi ha portato sempre fortuna, non solo in Sardegna. Infatti  col presente volume dedicato a Gramsci, uscito a maggio, già ristampato in autunno, ho ricevuto nello scorso aprile il premio annuale “Ennio Zedda 2018” – noto illustratore sardo attivo nei primi anni del Novecento –  alla recente Fiera del libro di Macomer.

Quale riscontro nell’apprezzamento da parte del pubblico?

Posso testimoniare un notevole apprezzamento suffragato da una buona diffusione. Relativamente al mio ultimo lavoro, ho potuto constatare, nel contatto con i lettori e simpatizzanti, nella cultura della sinistra tradizionale e partigiana che, dopo il “Che”, l’icona più famosa, a livello internazionale,  è sicuramente quella di Gramsci – la cui  bibliografia si attesta su un numero di volumi che supera i 25mila, in tutte le lingue del mondo – senza nulla togliere naturalmente al profilo e all’impegno politico di Emilio Lussu, conosciutissimo anche fuori dai confini nazionali ma meno “globale”! Sono entrambi molto attuali e tantissimi giovani si rivolgono alla loro eredità  culturale dalla quale vi è ancora molto da imparare.

Il testo è disponibile in tre lingue; italiano, inglese, con la traduzione di Sara Cannas e Danielle Murad Waiss, e per gli amanti della lingua isolana, in sardo, con la traduzione di Angelo Canu.

Ad arricchire, ulteriormente, l’universo gramsciano l’Antologia a fumetti “Antonio Gramsci: la vita e il pensiero” (Carlo Delfino Editore).

Giovanni Contu

Condividici...

Notizie sull'autore

lagazzetta

Aggiungi Commento

Clicca qui per inserire un commento

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

claudio canalis

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy