Appuntamenti

Guspini: da martedi 23 a domenica 28 agosto, decima edizione della festa della letteratura “Bimbi a Bordo”

Condividici...
di Maurizio Onidi

_____________________________________________

“In leggerezza, con profondità: narrare senza paura”. Il tema scelto per la decima edizione della Festa Bab, ci riconduce alle parole di Italo Calvino, autore che ha spesso analizzato la tematica della leggerezza e della profondità. Nel 1964 proprio Calvino scrisse che ogni nuovo libro letto in giovinezza è un nuovo occhio che si apre sul mondo modificando «la vista degli altri occhi o libri-occhi che si avevano prima».

“La decima edizione del Festival della Letteratura Bimbi a Bordo sarà dedicata ai temi della leggerezza e della profondità e ai diversi modi in cui possono intrecciarsi nelle opere letterarie, specie se rivolte a un pubblico di lettori in fase di formazione: ovvero i bambini e i ragazzi. Per questa edizione del Festival ci saranno spettacoli teatrali, letture ad alta voce, incontri con gli autori e laboratori per grandi e piccini, e ancora giochi e tanta musica. Ci saranno naturalmente le storie: che ci aiuteranno a esplorare la complessità e la ricchezza della letteratura dell’infanzia contemporanea. Storie coraggiose per i temi trattati, storie libere dal timore di poter risultare troppo complicate e difficili per essere comprese, storie soprattutto libere dal timore di poter turbare l’immaginazione e innocenza dell’infanzia. Storie per aprire nuovi occhi sul mondo, e imparare ad avere un po’ meno paura. Perché a fare paura è ciò che non si conosce. E la letteratura offre occasioni straordinarie per assumere per un po’ i panni degli altri e guardare il mondo da prospettive inedite, con tutte le luci e le ombre che vi si intrecciano”.

Sono queste le parole di Martino Negri, Direttore Scientifico del Festival, illustre docente dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, per presentare la decima edizione del Festival Bab. Le ricerche di Negri si sviluppano specialmente nell’ambito della letteratura per l’infanzia e della didattica della letteratura, focalizzandosi sulla forma narrativa del picture book.

“A distanza di più di cinquant’anni il mondo pare diventato terribilmente complesso, fitto di contraddizioni, a tratti inquietante e minaccioso, e le bambine e i bambini si affacciano su tale complessità sempre più precocemente, con o senza il permesso degli adulti” dichiara Negri  “Per questo l’affermazione di Calvino indica ancora una possibilità importante, una strada possibile nell’ottica di costruire strumenti di comprensione del mondo ampi e articolati, adeguati alle trasformazioni radicali e repentine che stiamo vivendo: la via delle storie. E sono proprio le storie ad offrire occasioni fondamentali di decentramento culturale e cognitivo, insegnando ad assumere come proprio lo sguardo altrui, a camminare per un po’ – per la durata della lettura e a volte anche dopo con le scarpe di qualcun altro, imparando ad aprire nuovi occhi sul mondo, come scriveva Calvino, e dunque a disporsi all’ascolto, a un ascolto più attento di prospettive che non siano le proprie. Il diritto alla leggerezza, al godimento puro che solo una buona storia sa regalare, va così di pari passo col diritto al peso, alla profondità e alla serietà: a quella serietà – anche del gioco – ha concluso Negri – che ha a che fare col rispetto dell’intelligenza e della sensibilità infantili, e con il diritto alla bellezza che riguarda tutti e a cui una letteratura che voglia dirsi tale, a maggior ragione se rivolta all’infanzia, dovrebbe sempre ambire”.

Ricco calendario di eventi di cui anticipiamo il programma per le prime quattro giornate. Primo appuntamento “Aspettando BimbiaBordo”, alle 22 di martedì 23 agosto a “Su Legau”, conversazione su 10 anni di Festa BimbiaBordo, cui farà seguito Terra, concerto di musica etno-jazz con Luigi Lai (launeddas),  Gavino Murgia (sax),  Marcello Floris (chitarra), feat Carlo Pusceddu (percussion) e Matteo Marongiu (doublebass). In leggerezza con profondità,  90 anni in musica, intervista a Luigi Lai a cura di Elisabetta Atzeni.

Mercoledì 24 agosto, alle 21,30 a Sa Mitza, proiezione del  film di animazione, “Quando c’era Marnie”, regia Hiromasa Yonebayashi (Studio Ghibli), a cura del Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano.

Giovedì 25 agosto, alle 21,30 a Sa Mitza “L’arte di sbagliare alla grande”, incontro con Enrico Galiano, introduce Giuditta Sireus.

Venerdì 26 agosto, alle 21,30 in piazza XX Settembre, “Parata MusicAlti”, parata di musica giochi e narrazioni, con trampolieri, musicisti, giocolieri e cantastorie a cura della compagnia Lanchilonghi, Cambas de linna e Marco Bertarini.  Alle 22,30 in piazza S.Maria “In leggerezza con profondità. Narrare senza paura” Inaugurazione della decima edizione della Festa BaB, a cura del Direttore scientifico Martino Negri e dell’Associazione InCoro. Alle 23, spettacolo di clownerie, a cura di Feffo e Gabbo “Ribelliamoci, Narrazione a cura di Marco Bertarini”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy