Attualità

Guspini, il sindaco Giuseppe De Fanti: “poco importa conoscere nome e cognome di chi è colpito dal Covid-19”

Il sindaco Giuseppe De Fanti nella foto del Comune di Guspini
Condividici...

di Stefania Pusceddu

____________________

Dopo il caso del primo contagio da Covid-19 a Guspini il sindaco sceglie la via della chiarezza e delle rassicurazioni per i cittadini.
“Dopo aver ricevuto un numero infinito di messaggi, telefonate e comunicazioni”, afferma il sindaco in una nota, “rispondendo alle quali ho potuto chiarire la maggior parte dei timori derivanti dall’evolversi della situazione, non solo per Guspini ma anche per i paesi vicini, debbo necessariamente fare ulteriori chiarimenti e considerazioni. Innanzitutto, vorrei rassicurare tutti sullo stato delle cose in quanto gli interventi sono stati posti in campo tempestivamente e tutti i soggetti responsabili hanno attuato in modo rigoroso le procedure previste per il controllo della situazione emergenziale. Poco importa conoscere nome e cognome di chi può essere il nostro concittadino colpito dal virus, in quanto, grazie all’encomiabile sensibilità dei familiari, sono stati allertati per tempo tutti coloro che erano o che avrebbero potuto essere in contatto con lo stesso”.
E aggiunge:”Le autorità sanitarie stanno svolgendo il loro compito, così come il sottoscritto e i soggetti preposti, per circoscrivere ulteriormente i possibili contatti.
Tutti coloro che potrebbero essere stati contagiati sono già in quarantena e tutti sono stati avvisati per tempo. Qualunque altro cittadino che abbia seguito le prescrizioni di legge e sanitarie non ha nulla da temere se non il dovere di continuare a rispettare il distanziamento sociale, mediante l’isolamento presso le proprie abitazioni e il limitare all’indispensabile delle uscite da casa.
Non vi è motivo di allarmarsi in quanto le autorità sanitarie stanno svolgendo il loro compito con il massimo rigore e nell’esclusivo interesse della tutela della salute della popolazione. Chiunque potenzialmente contagiato dal caso in esame viene avvisato da coloro che sono incaricati della ricostruzione della catena di contatti.
Ritengo che la caccia all’untore, che tristemente si sta scatenando in tutte le comunità non appena viene segnalato un nuovo caso, e che anche da noi ha coinvolto in una ridda di nomi e di ipotesi numerosi ignari guspinesi, non serva alla risoluzione della epidemia. Non è una cosa piacevole per la famiglia che trepida per la vita del proprio congiunto, vedere il nome e addirittura la fotografia girare sui social e sulle chat più disparate, non possiamo abbruttirci a questo punto. Questa situazione terribile che stiamo vivendo non può e non deve farci perdere il rispetto per il dolore e la dignità delle persone. Dicono che da questo dramma mondiale ne usciremo tutti migliori ma comportandoci in questo modo ci mettiamo invece su una strada diametralmente opposta.
Se abbiamo rispettato le regole possiamo ritenerci indenni da un possibile coinvolgimento, il virus viaggia attraverso le persone e con contatti ravvicinati, pertanto solo chi ha avuto una vicinanza di questo tipo con la persona interessata potrebbe eventualmente preoccuparsi. Chiunque, così come hanno fatto in molti, abbia dubbi può contattarmi in qualunque momento.
Il contagio del caso di Guspini con molta probabilità deriva da un focolaio del nord Sardegna ed è avvenuto ai primi del mese di marzo e non è collegabile a nessun “funerale” o ai casi dei paesi limitrofi che hanno altra origine. Il nostro concittadino, dalle informazioni raccolte, è uscito raramente di casa nel periodo successivo, ha avuto limitati contatti sociali, aveva cura di indossare la mascherina e seguiva le regole igieniche in modo rigoroso”. E poi conclude: “Questa crisi non sta certo giungendo alla fine pertanto manteniamo tutti la calma e facciamo in modo che ognuno di noi metta il suo mattoncino per vincere la battaglia contro il virus, con il rispetto disciplinato dell’unica strategia possibile che è quella del distanziamento sociale. Stiamo a casa”.

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy