Attualità

Guspini, Melissa Garau, una sfida importante in un mondo che parla al maschile

Condividici...

di Maurizio Onidi

_____________________

Melissa Garau, guspinese, laurea in ingegneria edile-architettura, conseguita nel 2006 all’università di Cagliari, esercita la professione con specializzazione nell’ambito della sicurezza, della certificazione prevenzione incendi e prossima abilitazione come tecnico competente in acustica..

La devo chiamare ingegnere o ingegnera?
«Preferisco essere chiamata ingegnere»

Un lavoro tipicamente maschile?
«Confermo. Un lavoro prevalentemente maschile e non semplice da svolgere. Con molta onestà debbo dire però che non ho mai valutato la mia professione da quest’angolatura anche se molto spesso mi ritrovo a operare con maestranze dell’altro sesso. La passione per questo mestiere mi fa superare senza particolari problemi questa situazione. Ho sempre cercato la collaborazione degli altri per consentire di trovare le soluzioni più idonee nel massimo rispetto delle norme»

In che cosa consiste esattamente il suo lavoro?
«Mi occupo prevalentemente di sicurezza a 360° in ambito regionale sia nel settore pubblico per quanto attiene ad esempio le manifestazioni di pubblico spettacolo che nel settore  privato quali la sicurezza nei luoghi di lavoro. In questi settori collaboro anche come esperto secondo le normative in vigore. Ritengo che quando si parla di sicurezza non si debba prioritariamente pensare a tutta una serie di adempimenti burocratici obbligatori e di costi connessi da parte del titolare dell’azienda ma come strumento atto alla prevenzione finalizzato alla riduzione dei rischi presenti nei luoghi di lavoro. È importante trasferire e far condividere questa “sensibilità” in ambito aziendale a qualsiasi ruolo ricoperto con concetti semplici e meccanismi tecnici e organizzativi che consentano in modo chiaro “di fare sicurezza” ma soprattutto farla percepire a chi svolge “con troppa sicurezza” la sua mansione lavorativa».

La sua figura femminile in cantiere come viene vissuta dalle maestranze?
«Come ho già avuto modo di dire è sicuramente un settore ancora sbilanciato al maschile come pure ricordo all’università dove le ragazze che frequentavamo la facoltà d’ingegneria si contavano sulle dita della mano anche se oggi i numeri dicono che le cose stanno cambiando. Per rispondere alla domanda posso confermare che sino a oggi non ho avuto alcun problema nonostante abbia seguito lavori ubicati in zone con tradizioni e culture diverse da quelle campidanesi. Ho cercato di impostare la comunicazione con semplicità e umiltà ma soprattutto ascoltando e ripeto ancora ascoltando. La costante presenza sul posto di lavoro facilita sicuramente e crea quel rapporto di fiducia duraturo nel tempo».

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy