Attualità

I festeggiamenti del Natale Ortodosso a Cagliari

Condividici...

di Antonio Obinu
_________________

La ricorrenza del Natale, la principale festività delle religioni cristiane non segue le stesse tradizioni in tutti i paesi di fede cattolica e ortodossa. La principale differenza è la data! Il mondo cattolico e alcuni paesi ortodossi come per esempio la Grecia celebrano la Natività il 25 dicembre; nei paesi di fede ortodossa come la Bielorussia, la Russia e l’Ucraina avviene il 7 gennaio.

La motivazione non è dovuta ad alcun scisma o cause similari bensì risale al 1582 quando papa Gregorio XIII decise di correggere lo sfasamento tra il calendario giuliano voluto da Giulio Cesare nel 46 a.C. e la durata effettiva dell’anno solare apprezzato in 365 giorni, 5 ore, 48 minuti e 46 secondi. L’incongruenza andava anche ad incidere sulla data della Pasqua, fissata nella Domenica successiva alla prima luna piena di primavera. Con questa motivazione il Papa stabilì attraverso la bolla pontificia Inter gravissimas emanata il 24 Febbraio 1852 che il giorno successivo al 4 Ottobre 1582 fosse il 15 dello stesso mese, cancellando di fatto la durata temporale compresa tra il 5 e il 14 Ottobre.

La maggior parte delle chiese ortodosse quindi nei paesi come la Bielorussia, la Russia e l’Ucraina che non hanno adottato il calendario gregoriano per continuare a seguire quello giuliano, festeggiano il Natale alcuni giorni dopo noi, cioè il 7 gennaio e non il 25 dicembre

Altra differenza consiste nel fatto che nei paesi ortodossi non viene riconosciuto il Presepe come simbolo della nascita di Cristo; addobbare l’albero è una usanza comune ad entrambe le religioni.

La tradizione ortodossa prevede l’avvicinamento al Natale con un periodo di digiuno di 40 giorni; non si tratta di una astinenza totale dal cibo in quanto il mercoledì e il venerdì è consentito mangiare cibi magri e il pesce; niente carne e latticini.

Il digiuno assume forme più rigide il giorno della vigilia quando viene consentito unicamente il consumo di grano lesso e frutta.

Domenica 12 gennaio si festeggerà a Cagliari il “Gran concerto per il Natale e Capodanno Ortodosso e di Rito Orientale” nell’ambito del progetto “Rete per la conoscenza e l’aggregazione” dell’associazione Cittadini del Mondo Onlus – Biblioteca “Rodnoe Slovo”, in collaborazione con il Conservatorio Giovanni Pierluigi da Palestrina e il Console Onorario bielorusso in Sardegna Giuseppe Carboni, con il contributo della Fondazione di Sardegna e la collaborazione della Caritas diocesana di Cagliari.

Lo spettacolo con inizio alle ore 15.30 si terrà presso l’Auditorium del Conservatorio in Piazza Ennio Porrino; il programma della manifestazione prevede il concerto di musiche e ritmi dei paesi slavi del gruppo bielorusso “MAROU” e la partecipazione straordinaria di alcuni artisti del Conservatorio di Musica Giovanni Pierluigi da Palestrina di Cagliari.

Ingresso gratuito, per capienza massima consentita 840 posti.

 

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy