Editoriale

Il 2016 non è di buon auspicio

Condividici...

C’è poco da cincischiare. Il 2016 per noi sardi non si prospetta di buon auspicio. La giunta Pigliaru vuole aumentare l’Iperf per risanare il “profondo” buco della sanità. Invece di razionalizzare e risparmiare, i nostri politici, e questa non è una novità, ricorrono alla geniale pensata dell’aumento dell’addizionale Irpef regionale. Una misura vecchia e ingiusta che mortifica le speranze di tutti i sardi. Ci toccano per l’ennesima volta il portafoglio invece di riformare gli Enti locali e le Asl. Non sarebbe meglio razionalizzare e modernizzare l’organizzazione dell’apparato regionale consentendo una spesa più efficace e mirata invece di mettere le mani nelle tasche dei cittadini? In nome del localismo e della tutela dei potentati politici non riescono neanche a riformare gli enti locali. E quando riusciranno a trovare un accordo, statene certi, avremo nuove istituzioni che altro non saranno che “centri di spesa” pensati unicamente in funzione di una certa casta. La politica della Regione dovrebbe mettere il lavoro al centro dell’attenzione e riflettere su quelle patologie distruttive che sono disoccupazione e precarietà. Quello che inquieta è che troppi ragazzi e giovani si sono abituati alla non certezza, all’assenza di luoghi e riferimenti certi, a un’idea del futuro senza progetti e senza percorsi programmati in una terra che continua a impoverirsi di risorse e di energie e a svuotarsi di uomini, come dimostra lo spopolamento di intere aree isolane. Le colpe in verità non sono tutte della classe politica, ma anche nostra che ci facciamo prendere in giro.

Gian Paolo Pusceddu

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

Notizie sull'autore

lagazzetta

Aggiungi Commento

Clicca qui per inserire un commento

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy