Attualità Cagliari

“Il bello e la sfida di essere donna”: premiati i vincitori del concorso dell’università di Cagliari

Condividici...

Sono stati proclamati ieri pomeriggio i vincitori del percorso multidisciplinare/concorso “Il bello e la sfida di essere donna”, organizzato dall’università di Cagliari per promuovere tra gli studenti una cultura di rispetto e valorizzazione della figura femminile e premiare la creazione e la diffusione di video ed elaborati giornalistici sul tema.«dobbiamo renderci conto che esistono ancora tentativi di mantenere la donna in stato di soggezione e di subalternità» ha detto il rettore Maria Del Zompo introducendo i lavori «occorre esserne coscienti, così come essere consapevoli che tanti uomini vogliono contribuire a far crescere la nostra società valorizzando il ruolo di ciascuno». Quindi una citazione di Rita Levi Montalcini: “Le donne sono la colonna vertebrale della società”. Si trattava di frequentare tre seminari e una tavola rotonda e creare un video o un elaborato scritto in stile giornalistico rappresentativo del tema del concorso, riservato agli studenti dell’università di Cagliari e agli studenti Erasmus attualmente ospiti dell’ateneo.
Hanno partecipato in 84, come ha sintetizzato durante il suo intervento Alessandra Orrù, responsabile dell’ufficio relazioni istituzionali e politiche strategiche e del progetto. La giuria tecnica era composta dalle giornaliste Roberta Celot e Miriam Mauti e dal docente Massimo Tria. Nella categoria video la giuria ha assegnato il primo premio (di mille euro) a “Good Morning” di Elisa Cabras e Cristina Casu, e il secondo (500 euro) a “Cactus Girl” di Silvia Atzeni e Elisa Meloni. La categoria elaborati giornalistici ha invece visto sul primo gradino del podio Carla Boasso con l’articolo “La vera impresa? Essere donna” (premio di mille euro), e sul secondo Sara Congia e Martina Sanna con “Il diritto di essere mediocri” (500 euro). Il primo premio social (700 euro) è andato al video “CaRiCa”, realizzato da Carlotta Marina Adina Calamida, Riccardo Cara e Carla Carboni, che ha totalizzato 1391 like, mentre il secondo (300 euro) sarebbe andato a “Good Morning”, ma non essendo cumulabili i vari riconoscimenti, il premio è andato a “Fight for women rights” di Isabella Cabiddu e Sara Puddu. Quindi le menzioni speciali: Simone Paderi, con “L’abbraccio” ha ottenuto quella nella categoria video, mentre per gli elaborati giornalistici la menzione speciale della giuria di esperti è andata all’articolo di Paolo Montis e Silvia Spano, “La rivincita della femminilità senza rimorsi”.

 

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy