Cultura Villamar

“Il Cerchio”: il nuovo libro di Quinto Scano

Condividici...

Tempo fa venne pubblicata su “La Gazzetta del Medio Campidano” un’intervista allo scrittore locale Quinto Scano, cimentatosi in passato nella pubblicazione di due libri incentrati sulla tradizione e la cultura villamarese. In quell’occasione l’autore confessò di non sentire ormai più da tempo lo stimolo per cimentarsi nell’arte della scrittura, dicendosi tuttavia possibilista su una remota possibilità di “riprovarci” in futuro. A riprova che le certezze spesso siano dei concetti nati per essere smentiti ecco che, a distanza di appena un anno e mezzo da quelle affermazioni, lo scrittore si è recentemente rimesso in gioco pubblicando un nuovo libro intitolato “Il Cerchio”.  «Come già detto in altre occasioni – spiega Quinto Scano – non mi sono mai ritenuto uno scrittore vero e proprio, ma soltanto un semplice appassionato di quest’arte. Non credevo assolutamente, lo dico con sincerità, che ci avrei riprovato. Nell’ultimo anno ho però attraversato momenti di grande stress psicologico legati ad alcuni lutti familiari; tale situazione, unita ad alcune casualità, hanno fatto riaffiorare in me quel forte stimolo a cimentarmi nuovamente nella stesura di uno scritto. Come accaduto per gli altri libri, neppure questo è stato un evento programmato; è arrivato infatti dal mio spirito ed è stato guidato dall’ispirazione, in accordo a quanto dice Sant’Agostino, i cui scritti insieme a quelli di Dante e Petrarca amo particolarmente, secondo cui “nell’interiore dell’uomo sta la verità”».

2

“Il Cerchio” è un libro che spazia a trecentosessanta gradi su tematiche differenti; i contenuti, infatti, sono variegati: ventitré missive all’amministrazione comunale di Villamar (segnalazioni di collaborazione e proteste per disservizi) inviate dallo stesso Scano negli ultimi trent’anni; poesie scritte dall’autore ispirate a una sua figlia immaginaria; dissertazioni su argomenti psicologici, sociali, didattici e religiosi; una raccolta di novantatre espressioni metaforiche villamaresi e, infine, la riproposizione di un vecchio opuscolo redatto da don Raimondo Podda, parroco di Villamar negli anni ’70, che può fregiarsi il riconoscimento di essere stato il primo, nel 1976, a pubblicare uno scritto che raccontasse la storia del paese. «“Il Cerchio” – continua Quinto Scano – indica la figura geometrica omonima che ritengo essere simbolo di ecletticità; gli argomenti, infatti, non sono legati, ma hanno comunque un comune denominatore individuabile nel mio modo di intendere la vita. In alcuni passi è possibile scorgere il mio animo nonché il mio essere “villamarese” dentro. Nella parte centrale del libro, quella delle “dissertazioni”, ho deciso di mettermi in gioco con la mia esperienza di vita: ho immaginato di salire su un piedistallo, atteggiarmi a saggio e dispensare suggerimenti su tematiche eterogenee. Lo faccio in maniera umile e non provocatoria, aiutato, ovviamente, dalle mie esperienze di vita e dal fatto di essere avanti con l’età». Il libro, da una rapida visione, risulta di facile lettura, piacevole e adatto a tutti: un risultato non male per uno scrittore che si definisce “d’ispirazione, di getto e poco avvezzo alla programmazione”. Alla luce di queste considerazioni è inevitabile non fare una riflessione sull’uscita di una sua futura “quarta fatica letteraria”: «Questa – conclude Scano – sarà l’ultima volta che mi cimenterò nella scrittura: l’età, l’enorme fatica che richiede buttare giù un libro e altri fattori, mi fanno pensare sia non ci saranno più nuove pubblicazioni». C’è da credergli? Chissà; in fondo se, come dice Sant’Agostino “la verità sta nell’animo dell’uomo”, perché uno scrittore di “verità dell’animo” come Quinto Scano non dovrebbe avere più nulla da raccontare?

Simone Muscas

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy