Cultura Recensione

Il libro di Giulio Meotti, “L’ultimo Papa d’Occidente?”

Condividici...

di Giovanni Contu
___________________

È ancora possibile riconoscere e definire i valori della tradizione europea e l’anima della cultura occidentale come tratti caratteristici nel modello di civiltà liberale? Marxismo e positivismo, nelle diverse forme hanno visto esaurire la propria “spinta propulsiva” nel vecchio continente e nel mondo, ma il vuoto non colmato è diventato terreno fertile per la diffusione del relativismo, dove tutto è possibile, lecito e desiderabile. Niente più sistemi morali, niente metafisica, nessun principio etico. Venuta a mancare la passione, filosofia e teologia nel lacerante divorzio hanno smarrito la propria identità e con esse si son disorientati i figli, in una confusione magistrale.

Su questa cornice e tante altre vicende del “Secolo Breve”, vengono ripercorse le tappe salienti nella formazione culturale di Joseph Ratzinger, osservatore e infaticabile memoria storica di tali eventi. Teologo, filosofo, uomo di chiesa, con una sensibilità non comune per l’arte e infine Romano pontefice, più che Vescovo di Roma, oggi è Papa emerito, orante. In virtù della propria esperienza e forte della custodia dell’ortodossia cattolica in qualità di garante per la dottrina della fede, Benedetto XVI ha percepito la crisi della cultura europea e quindi il venir meno dell’anima (cristiana) occidentale.

Pagine intense di un testo che fonde la vivacità giornalistica nel rigore del saggista. Con stile e agilità – pochissimi e misurati confronti sul diverso carisma manifestato dai diversi pontefici – l’analisi scorre su un preciso il punto di vista; il tramonto dell’Occidente e della cristianità asfittica, priva di fervore e vocazioni, religiose e matrimoniali. Il testo propone argomentazioni lucidissime sull’evolversi degli eventi sotto il profilo sociale e in una visione universale, ma si sa, la storia spesso prende pieghe imprevedibili.

Sarà declino irreversibile? Speriamo di no, in ragione del fatto che la barca (e il primato) di Pietro, sebbene dia segni di pericoloso scricchiolio da tutte le parti, non soccomberà contro le porte degli inferi.

Un libro da leggere, per saperne di più sul mondo che ci circonda e conoscere quella parte di eredità culturale che ripudiamo con grande nostra disgrazia.

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy