Elezioni Comunali Villacidro

Il paese d’ombre sceglie il suo sindaco

Condividici...

Per Villacidro: “Rappresentativa della realtà locale con candidati preparati, determinati e coraggiosi”
Dario Piras, 40 anni, è il candidato sindaco della lista civica “Per Villacidro”
Che cosa è che lo ha convinto a candidarsi?
L’amore per il mio paese, la voglia di scrivere un pezzo di storia della rinascita di Villacidro . Il fastidio nel vedere Villacidro tra i paesi più poveri per reddito procapite . La consapevolezza che attraverso il lavoro e le persone giuste le cose si possono veramente realizzare, se si mette al primo posto l’interesse collettivo.
Quali sono le caratteristiche della lista?
Rappresentativa della realtà locale con candidati preparati, determinati e coraggiosi, lo dimostra la nostra scelta, una vera sfida Per Villacidro. I più giovani con il loro entusiasmo e le capacità sono una marcia in più
Che cosa c’è da salvare e cosa c’è da modificare rispetto alla precedente gestione?
Da salvare tutte le opere realizzate con i sodi pubblici, non vogliamo demolire ma utilizzare, rivitalizzare, metterle a disposizione della cittadinanza, a partire dall’ex Colonia di Monti Mannu ,il Parco di Castangias ,il Parco di San Sisinnio, i rifugi di montagna , la piscina comunale, il crossodromo e tante altre ancora. Da modificare l’atteggiamento, troppo rilassato, rispetto ai problemi che riguardano Villacidro, bisogna osare per sfruttare le potenzialità di questo bellissimo paese. Spazio a chi ha voglia di fare.
Quali sono le priorità per il futuro?
Rilanciare il comparto agricolo, storicamente il settore primario per Villacidro e che, dopo la chiusura delle fabbriche, è diventato il settore più importante con l’olivicoltura, frutticoltura, agrumicoltura e allevamento.
Villacidro possiede quasi 8000 ettari di terre pubbliche di pianura in gran parte irrigue che date in concessione e rese produttive darebbero notevole contributo in termini occupazionali.
Utilizzo e sfruttamento a fini produttivi e turistici delle ricchezze ambientali presenti a Villacidro come gli oltre 10000 ettari di boschi. Il lago sul Rio Leni , le cascate di Piscina Irgas, MuruMannu e Sa Spendula costituiscono importante attrazione turistica ma al momento non generano nessuna ricaduta economica continuativa.
Quali sono le proposte per il paese (Viabilità, servizi sociali, verde, lavoro, ecc.)?
Sono quattro i pilastri portanti del nostro programma: agricoltura, ambiente e turismo, zona industriale e insediamento delle imprese, vivibilità del centro storico , politiche attive a favore delle fasce deboli della popolazione
Come intende curare il rapporto con i cittadini?
Confronto vuol dire partecipazione attiva, io vivo continuamente in mezzo alle persone, amo confrontarmi discutere, accetto le critiche e sono felice di trasformarle in spunti positivi per migliorarmi ogni giorno.

Assemblea Permanente: “È nata nei 40 giorni di occupazione del muniicipio”
Giancarlo Carboni, 48 anni, è il candidato sindaco della lista civica “Assemblea Permanente”
Che cosa è che lo ha convinto a candidarsi?
La collaborazione intrapresa con i cittadini di Assemblea Permanente mi ha permesso di apprezzare la grande umanità e solidità dei rapporti personali. Cittadini di diversa estrazione culturale e sociale discutevano, collaboravano e programmavano la loro attività politica con il dialogo paritario. Inoltre, nonostante avessi iniziato a frequentare l’assemblea con continuità in tempi recenti, trovai da subito grande attenzione e disponibilità. Direi che il rapporto di fiducia reciproca e l’identità di vedute siano stati elementi fondamentali perché accettassi la proposta. Posi dei paletti ben precisi, la mia disponibilità era subordinata ad una ripartizione collegiale di compiti e responsabilità.
Quali sono le caratteristiche della lista?
Questa lista nasce direttamente dall’esperienza maturata durante i 40 giorni di occupazione, come naturale prosecuzione dell’attività politica svolta ininterrottamente dal gennaio 2015, non certo da mere esigenze elettorali estemporanee. Proseguiremo l’attività nelle istituzioni e nelle piazze.
Cosa c’è da salvare e cosa c’è da modificare rispetto alla precedente gestione?
C’è da salvare tutto il paese. Chi andrà ad amministrare troverà problematiche complesse, siamo consapevoli del duro lavoro che ci attenderà. Sarà necessario verificare con la cittadinanza le priorità che si dovranno affrontare nell’immediato, a fronte delle poche risorse lasciate da una amministrazione che ha gestito il bilancio pubblico in maniera tutt’altro che oculata.
Quali sono le proposte prioritarie per il futuro del paese?.
Esistono notevoli risorse finanziarie per rivitalizzare le attività produttive della zona industriale, per esempio i 15 milioni di euro per il terzo modulo della discarica potrebbero essere in gran parte destinati per la rivitalizzazione delle attività già presenti e favorire nuovi insediamenti. Quanti posti di lavoro verrebbero garantiti dalla discarica? Quanti si verrebbero a creare per esempio con lo sviluppo di una filiera industriale legata al riciclo e recupero delle materie utili? Questo raffronto viene sistematicamente omesso dai fautori della discarica. Si cercherà attraverso i tagli agli sprechi di incentivare le attività tradizionali tipiche del nostro territorio, fra tutte agricoltura e artigianato.
Come intende curare il rapporto con i cittadini?
L’ufficio delle relazioni con il pubblico è necessario per poter agevolare il dialogo tra cittadini e istituzioni. Il nostro impegno è anche quello di far emergere le personalità che costituiranno la classe dirigente del futuro con l’istituzione dei comitati di quartiere e dell’assemblea dei giovani, un passo necessario per una reale rinascita democratica della nostra comunità.

Alternativa Civica: “Rappresenta la sintesi di un lavoro lungo e condiviso”
Marta Cabriolu, 35 anni, è il candidato sindaco della lista civica “Alternativa Civica”.
Che cosa è che l’ha convinta a candidarsi?
Ho accettato la candidatura perché Villacidro ha bisogno di un cambiamento radicale. Non solo nel modo di affrontare le politiche di sviluppo sociale, del turismo, del territorio, ma, soprattutto, un cambiamento culturale. Una persona giovane può avere quella freschezza e quella determinazione necessarie per poter amministrare il paese con un occhio più attento alle esigenze della comunità.
Quali sono le caratteristiche della lista?
Rappresenta la sintesi di un lavoro lungo e condiviso. Formato da giovani brillanti e motivati, supportati dall’esperienza dei consiglieri uscenti Gessica Pittau, Giuseppe Ecca e Adriano Muscas, siamo l’unica vera alternativa per il cambiamento.
Che cosa c’è da salvare e cosa c’è da modificare rispetto alla precedente gestione?
I progetti che vengono realizzati devono portare dei benefici alla comunità. La nostra attività sarà incentrata sulla trasparenza amministrativa, sul dialogo, sulla partecipazione attiva del cittadino alla scelte e all’elaborazione di soluzioni condivise e sostenibili per la gestione delle nostre risorse, al contrario di quanto accaduto fino ad oggi.
Quali sono le priorità per il futuro?
È necessario ricostruire il rapporto di fiducia fra i cittadini e l’amministrazione. Impegnarsi al massimo per favorire tutte le occasioni di sviluppo economico, puntando sull’agricoltura, sulle piccole imprese, sul turismo e lo sport.
Quali sono le proposte per il paese?
Proponiamo idee semplici e realizzabili. Puntare sull’agricoltura e sull’impresa per favorire la creazione di nuovi posti di lavoro. Sfruttare la zona industriale assegnando i capannoni inutilizzati a nuove start up e attuare il riordino fondiario delle aree agricole in buona parte abbandonate per agevolare permute e compravendite. Il nostro territorio possiede un ricchissimo patrimonio ambientale. Occorre favorire la creazione di nuove strutture ricettive e rivalutare quelle già esistenti, vedi “ La Locanda del Parco, in totale stato di abbandono, la casa Sa Sedda Manna, quelle in Località Narti e Coxinas, da adibire a rifugi a fini turistici. Rivitalizzare il centro storico cercando di risolvere il problema della viabilità con nuove aree da adibire a parcheggi e favorendo le ristrutturazioni degli immobili con politiche di sostegno alle giovani coppie. Istituiremo la Consulta della lingua sarda; progetteremo Villacidro “Paese Museo. Istituiremo e regolamenteremo il baratto amministrativo.
Come intende curare il rapporto con i cittadini?
Regolamenteremo il bilancio partecipativo ed istituiremo consulta giovanile, consulta anziani e comitati di quartiere. Nessuno dovrà più sentirsi escluso dalle scelte che riguardano la comunità.

Uniti per Villacidro: “Un giusto equlibrio tra donne, uomini, giovani e persone esperte”
Federico Sollai, 43 anni (nella foto di Alessandro Loddi) è il candidato sindaco della lista “Uniti Per Villacidro”
Che cosa è che lo ha convinto a candidarsi?
Sono nato a Villacidro e qui ho scelto di vivere. L’esperienza professionale, l’impegno nell’associazionismo, la militanza politica e il ruolo di vicesindaco che ho svolto negli ultimi cinque anni, mi hanno insegnato tanto. Oggi intendo mettere al servizio del mio paese queste competenze e conoscenze, insieme alla squadra che mi sostiene.
Quali sono le caratteristiche della lista?
La credibilità, la determinazione e la motivazione delle persone che la compongono. Le competenze in tutti i settori dell’attività amministrativa. Un giusto equilibrio tra donne, uomini, giovani e persone esperte. La capacità di unire la tradizione del centrosinistra a una decisa apertura nei confronti delle forze sociali e dei movimenti più dinamici della società civile.
Che cosa c’è da salvare e cosa c’è da modificare rispetto alla precedente gestione?
L’amministrazione precedente ha avviato una pianificazione di tipo innovativo, con strumenti come il piano di azione delle Energie Sostenibili, lo studio di riassetto della viabilità urbana, il piano della sicurezza stradale, il nuovo piano particolareggiato del centro storico, il piano di assetto idrogeologico. Ora dobbiamo mettere a frutto questi progetti attraverso la ricerca delle risorse che consentano di realizzare il grande processo di sviluppo di Villacidro e dell’intero territorio..
Quali sono le priorità per il futuro?
Innovazione tecnologica per facilitare-velocizzare l’accesso alle informazioni, semplificare le procedure amministrative, sviluppare nuove iniziative di impresa finalizzate al miglioramento della condizione di vita di tutti. Innovazione amministrativa per dare un impulso alla nascita di “reti” tra individui, associazioni, imprese e pubbliche amministrazioni. Partecipazione dei cittadini come carburante ed azione imprescindibile per la crescita della nostra comunità.
Quali sono le proposte per il paese?
Valorizzazione dell’ambiente e del territorio anche in prospettiva di uno sviluppo turistico, culturale e sportivo. Promozione del risparmio energetico e delle energie rinnovabili. Cura e riqualificazione del centro storico, delle aree urbane periferiche e della viabilità. Rilancio dell’agricoltura, del commercio e della zona industriale. Nuovi interventi per le categorie più deboli. Collaborazione con le scuole e con il mondo della cultura per la promozione di attività ed eventi. Adeguamento delle strutture per la pratica dello sport e di attività salutari.
Come intende curare il rapporto con i cittadini?
Con l’ascolto, il dialogo, la condivisione e l’inclusione. Con l’istituzione di consulte e altri organismi in cui sviluppare idee e azioni a sostegno delle iniziative che provengono dalla volontà e dalle esigenze dei cittadini, delle associazioni, del mondo del lavoro e della scuola.

Gian Luigi Pittau

cfhdf

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy