Attualità Serramanna

Il Psd’Az ironizza: “Il sindaco trae ispirazione da Lopez e Collodi”

Condividici...

Con toni duri e sarcastici, i consiglieri comunali di Serramanna Andrea Cocco e Alberto Pilloni, appartenenti al gruppo consiliare del Partito Sardo d’Azione e Indipendenti, accusano il sindaco Sergio Murgia e la sua maggioranza di “assoluto immobilismo e totale carenza di proposte e idee” e di escludere l’opposizione dal processo decisionale. <Considerando che negli ultimi sei mesi – spiegano i consiglieri – il consiglio comunale è stato riunito pochi giorni prima di Natale e di Pasqua, visti gli anticipi d’estate e immaginando un consiglio sotto Ferragosto, potremmo facilmente pensare che il sindaco al momento tragga ispirazione dalle canzoni di Luigi Lopez e nello specifico da “Pinocchio perché no”>. Il gruppo di opposizione accusa il primo cittadino di non convocare più neppure la conferenza dei capigruppo, d’impedire alla popolazione di seguire le sedute del Consiglio in diretta web/streaming, di non avere ancora emesso l’ordinanza che vieta il fumo nei parchi pubblici e attribuisce a lui la responsabilità se tre commissioni su cinque sono completamente inattive e che <a sedici mesi dalla loro costituzione, non si sono riunite nemmeno una volta>. <Tutti ricorderanno – rincarano la dose i consiglieri – la sua fuga dal confronto pubblico pre-elettorale con i candidati alla carica di primo cittadino. Nessuno si sarà scordato del voto contrario all’installazione dei dissuasori di velocità, agli incentivi anti-slot machine e video poker e al protocollo con Guardia di Finanza per combattere i furbi e gli evasori. Riecheggia ancora il voto contrario della maggioranza alla mozione che voleva destinare l’otto per mille all’edilizia scolastica. Tuttavia aldilà della calzante ironia attraverso la quale abbiamo scomodato “Lopez e Collodi”, crediamo che il livello di prepotenza al quale siamo costretti ad assistere, e che i serramannesi inermi subiscono, ci riportano alla memoria il poeta Francesco Ignazio Mannu che ci permettiamo di citare e ricordare al sindaco che anche quest’anno ha ignorato la ricorrenza di “Sa die de sa Sardigna” dello scorso 28 aprile>. E citando i versi del poeta Mannu, vissuto tra il 1758 e il 1839, concludono: <Procurade e moderare/Barones, sa tirannia/Chi si no, pro vida mia/Torrades a pe’ in terra!/Declarada est già sa gherra/Contra de sa prepotenzia/E cominzai sa passienzia/In su pobulu a mancare>.

Marisa Putzolu

output_4FA0qH

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy