Cultura Serrenti

“Il ragazzo del treno”: Il primo libro di Emanuela Sarti

Condividici...

Si chiama Emanuela Sarti, è un’insegnante di lettere dell’Istituto Comprensivo di Sanluri e Serrenti e ha una grande passione per la scrittura. In virtù di ciò, ha recentemente pubblicato un libro dal titolo “Un ragazzo del treno” che ha presentato, oltre che in diverse sedi del cagliaritano, anche nel territorio: appena un mese fa nel plesso della scuola secondaria di Serrenti e, lo scorso 6 aprile, presso “l’Università delle Terza età” a Sanluri.

2   «Il libro – commenta Emanuela Sarti – è un insieme di otto brevi storie indipendenti. Tutte sono caratterizzate da un filo conduttore comune in cui sono presenti due caratteristiche: il primo è l’elemento “realtà e finzione” mentre l’altro è il conflitto interiore dei personaggi protagonisti dei singoli racconti”. Si tratta di un libro non autobiografico e più adatto a un pubblico di lettori adulti; le storie contenute raccontano di svariati argomenti e sono ambientati in diversi luoghi geografici. Ho deciso di intitolarlo in questo modo perché la prima delle otto storie parla, appunto, di un viaggio in un treno; il treno è una metafora della vita intesa come viaggio». Per la scrittricerti, ovviamente, è grande la soddisfazione per questa sua prima pubblicazione, frutto di una passione, quella per la scrittura appunto, coltivata sin da piccola.

2a  «Lo scrivere – continua l’insegnante – mi ha accompagnato sin dall’adolescenza; ero solita, infatti, riportare in un diario la mia quotidianità dove esprimevo le mie emozioni. Essere riuscita a pubblicare un libro tutto mio è naturalmente motivo di grande soddisfazione; sono felice per quanto fatto e ho voluto condividere questa mia gioia anche con i miei alunni leggendo loro alcuni dei miei racconti. Il libro, per chi avesse curiosità a leggerlo, è molto scorrevole e conta appena novanta pagine». Non sono mancate, dopo le numerose pubblicazione del libro, gli elogi da parte della critica per il lavoro pubblicato: «Mi ha fatto piacere – conclude la Emanuela Sarti – ricevere tanti complimenti. Non è, tuttavia, mancata qualche inevitabile critica che, come sempre capita quando non viene apprezzato in toto il proprio lavoro, da una parte mi ha creato qualche disagio, ma dall’altra è stata senza dubbio stimolo per migliorarmi in alcuni aspetti. L’esperienza è stata sinora bellissima, mi piacerebbe cimentarmi in futuro in altre pubblicazioni. Chiudo con un riferimento a mio padre che, purtroppo, ha lasciato questo mondo qualche anno fa ancora troppo giovane: è stata una persona fondamentale nella mia vita ed è perciò a lui, con tutto il mio cuore, che dedicato questo mio primo libro».

Simone Muscas

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Laser Informatica di Sergio Virdis

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy