Attualità San Gavino Monreale

Il sindaco Carlo Tomasi: “L’anfiteatro non resterà un’incompiuta”

Condivici...

Quando aprirà l’anfiteatro comunale da 1200 posti costato diversi milioni di euro? È questo quanto si chiedono molti cittadini per un’opera che è rimasta per anni in uno stato di degrado e abbandono e che potrebbe rischiare di restare un’eterna incompiuta.  Ma l’amministrazione comunale non vuole lasciare quest’opera chiusa in eterno e da tempo si è mossa per poter aprire l’anfiteatro: «Non siamo rimasti inerti – assicura il sindaco Carlo Tomasi – e ci siamo impegnati per giungere al termine di un percorso costellato da innumerevoli difficoltà economiche, burocratiche e tecniche, la cui entità può evincersi dallo scenario nazionale delle opere pubbliche, caratterizzato da problematiche e complicazioni dello stesso genere».

Così il Comune ha trovato i fondi necessari per far fronte alle serie criticità di manutenzione  dell’anfiteatro: «Inoltre – aggiunge Carlo Tomasi – siamo ormai in dirittura di arrivo per il conseguimento del  certificato di prevenzione incendi , utile a scongiurare un’apertura della struttura “a singhiozzo” e improvvisata. I nostri sforzi e il nostro atteggiamento improntato alla responsabilità, è stato premiato dal risultato del rinvenimento di una somma pari a ben 70mila euro per gli interventi di ripristino della struttura e, contestualmente, dall’imminente riunione che faremo a breve. In questa circostanza si confronteranno i membri della commissione comunale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo e potrà essere ottenuto il certificato di prevenzione incendi  della validità di 5 anni e successivamente rinnovabile. L’attesa sarà ripagata dalla reale apertura di un anfiteatro finalmente funzionante a pieno regime, in pianta stabile ed in modo duraturo, da utilizzare per eventi da programmare in questi scampoli di stagione estiva che spesso si protraggono ben oltre le migliori aspettative».

Gian Luigi Pittau

Condivici...

il 1 e il 15 di ogni mese…