Cultura

In esposizione a Cagliari il Fondo di Arte Sacra della Collezione Ingrao

Condividici...
di Antonio Obinu
__________________

L’offerta culturale dei Musei Civici di Cagliari si arricchisce di uno spazio interamente dedicato ad una raccolta delle opere del Fondo di Arte Sacra della Collezione Ingrao, donate alla città dalla signora Elisa Mulas assistente personale di Francesco Paolo Ingrao.

Il nuovo spazio espositivo è stato presentato il 21 Gennaio scorso in una conferenza stampa tenutasi nei locali della Galleria Comunale alla presenza del Sindaco Paolo Truzzu, dell’Assessore alla Cultura, Spettacolo e Verde Pubblico Paola Piroddi, della Direzione dei Musei Civici di Cagliari composta dalla Dirigente del Servizio Cultura e Spettacolo Antonella Delle Donne, Mariano Pitzalis ed Efisio Carbone e con la partecipazione dell’Arcivescovo di Cagliari Monsignor Giuseppe Baturi, oltre che della signora Mulas.

Come sottolineato dal Sindaco Truzzu, la mostra offre l’opportunità di “riappropriarsi di importanti momenti di socialità all’interno dei luoghi privilegiati dell’Arte” e “ringraziare la signora Mulas per aver donato alla città di Cagliari una Collezione così prestigiosa”.

Allo stesso modo anche l’Arcivescovo Monsignor Baturi è intervenuto per ricordare “l’importanza di poter valorizzare il più possibile la bellezza artistica, in quanto attraverso di essa l’uomo ha la possibilità di un rilancio che oltrepassa i limiti della paura”.

Anche l’Assessora Piroddi ha voluto rimarcare la riapertura degli spazi espositivi come “un ritorno alla normalità, sempre però nel rispetto della sicurezza della normativa in termine di prevenzione e contrasto all’epidemia”. In quest’ottica va inserita “l’idea di sfruttare tutti gli spazi aperti della città affinché siano resi fruibili e portare all’esterno una serie di iniziative, facilitati dal clima che caratterizza la città”.

Tra i pezzi più pregiati della Collezione va sicuramente segnalata la serie dei Crocifissi, sette sculture lignee databili tra il XVI e XVIII secolo che rappresentano la Crocefissione. Altra opera di rilievo è sicuramente il Santo Monaco, un’opera realizzata con un unico blocco ligneo riconducibile alla scuola di Francesco Valdambrino del XV secolo.

Visitare gli spazi espositivi della Galleria Comunale sarà anche più facile anche per le neomamme; è stato infatti inaugurato il Baby pit stop, un progetto Unicef e Soroptimist che ha portato alla realizzazione di uno spazio attrezzato all’allattamento e alla cura dei neonati in modo da rendere anche i luoghi d’arte sempre più a misura delle famiglie.

A margine della presentazione è stato possibile raccogliere tramite la signora Mulas le motivazioni della donazione: “….lui veniva spesso in Sardegna e visitando la Galleria comunale maturò l’idea di lasciare la propria collezione ad un museo perché non andasse dispersa e poter quindi dare a tutti la possibilità di ammirare l’arte”.

Questo è anche il nostro auspicio, infatti sempre nel rispetto delle restrizioni imposte dal contrasto al Coronavirus ci auguriamo di poter frequentare quanto prima e in totale sicurezza i luoghi di cultura e di spettacolo.

 

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy