Attualità

In Marmilla i servizi della giustizia più vicini ai cittadini

Assemblea degli amministratori dell'Unione Marmilla del 27 aprile
Condividici...

Anche in Marmilla un ufficio “di prossimità”.

Ovvero una giustizia, con i suoi servizi, più vicina ai cittadini.

Almeno questa è l’intenzione degli amministratori dei diciotto comuni dell’Unione di comuni “Marmilla”, che nell’ultima riunione dell’assemblea, convocata nella sala convegni del museo del territorio de Sa Corona Arrubia, hanno deliberato di presentare, come ente territoriale, una manifestazione d’interesse per candidarsi all’attivazione di uno degli uffici di prossimità, previsti dalla Regione in diverse zone della Sardegna.

In questi uffici previsto il disbrigo di diverse pratiche, ma anche rilascio di documenti e autorizzazioni. I sindaci hanno concordato: <Un servizio utile per tutti i cittadini della Marmilla, che così eviteranno trasferte nei tribunali delle città>.

La sede individuata per l’ufficio di prossimità, che sarà gestito dall’Unione “Marmilla”, qualora la richiesta venga accolta dalla Regione, sarà Sanluri.

UFFICIO DI PROSSIMITÀ È stata la Giunta regionale, aderendo a un progetto nazionale del Ministero della Giustizia, dell’Anci e del Cal, a definire gli indirizzi per l’individuazione degli uffici di prossimità sul territorio sardo al fine di offrire, grazie alla collaborazione con gli enti locali, servizi omogenei alle fasce deboli della popolazione e anche di contribuire al decongestionamento dell’attività dei tribunali. In Sardegna il progetto nasce a seguito della revisione delle circoscrizioni giurisdizionali degli ultimi anni, che ha comportato un profondo ridimensionamento degli uffici giudiziari e la chiusura delle otto sedi distaccate dei Tribunali. A partire dal 2017 permangono in attività i Tribunali Ordinari di Cagliari, Lanusei, Oristano, Nuoro, Sassari e Tempio Pausania.

I SERVIZI Con l’apertura degli uffici di prossimità sul territorio i cittadini potranno ricevere informazioni e predisporre gli atti di volontaria giurisdizione, per i quali ora bisogna recarsi presso gli uffici giudiziari dei sei tribunali ordinari della Sardegna. Ecco i servizi offerti da questi uffici: avere consulenza e supporto sugli istituti di protezione giuridica (tutele e amministrazioni di sostegno), inoltrare le pratiche per l’amministrazione di sostegno, richiedere un’autorizzazione ad un giudice tutelare, richiedere la nomina di un curatore speciale, richiedere un’autorizzazione al rilascio di documenti validi per l’espatrio e ottenere assistenza per altri servizi della volontaria giurisdizione, che non richiedono l’ausilio di un legale. La gestione di questi uffici è prevista in forma singola o associata da parte dei comuni.
GESTIONE ASSOCIATA L’Unione di comuni “Marmilla” ha scelto la strada della gestione associata per candidarsi all’istituzione dell’ufficio di prossimità da parte della Regione. Strada già percorsa dall’ente anche per il funzionamento dell’ufficio del giudice di pace di Sanluri. È stato il presidente dell’Unione Marco Pisanu a illustrare ai colleghi la manifestazione d’interesse, che sarà inviata agli uffici regionali: <Attualmente la Giunta regionale ha previsto finanziamenti per l’acquisto della strumentazione utile al funzionamento dell’ufficio di prossimità, mentre il personale, una figura per sei ore un giorno della settimana, sarà a carico del richiedente. La Regione si occuperà della formazione di questa nuova figura. Sono però in corso interlocuzioni per il reperimento di ulteriori fondi da parte della Regione anche per le spese di questo personale>. Il presidente ha aggiunto: <Mantenere la stessa sede della passata circoscrizione rappresenterà una premialità, così come la partecipazione in forma associata alla manifestazione di interesse regionale. Dunque abbiamo individuato Sanluri come sede per la futura gestione associata  dell’ufficio di prossimità>. Lo ha seguito il sindaco di Sanluri Alberto Urpi: <È la scelta migliore la gestione associata, che sta già funzionando per l’ufficio del giudice di pace>. Ancora il primo cittadino di Villamar Fernando Cuccu: <Per un Comune singolo la stessa gestione risulterebbe molto in salita>. L’assemblea ha dunque votato all’unanimità la presentazione della manifestazione d’interesse alla Regione.

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Sempre con te…

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy