Elezioni

La corsa al parlamento: intervento di Francesca Ghirra, capolista alla Camera di Alleanza Verdi e Sinistra

Francesca Ghirra
Condividici...

Chi è Francesca Ghirra?

Francesca Ghirra, 44 anni. Nata e cresciuta a Cagliari, ha vissuto e studiato tra Cagliari, Napoli e Roma. Storica dell’arte e funzionaria della Regione Sardegna. Consigliera circoscrizionale e comunale di Cagliari, ha presieduto la commissione cultura, pubblica istruzione, sport e spettacolo ed è stata assessora alla pianificazione strategica e urbanistica.

DIRITTI (e donne)

Il tema dei diritti e del loro ampliamento è uno dei cardini del nostro programma. Proveniamo da una stagione in cui certamente abbiamo fatto passi avanti su alcune questioni, mi riferisco ad esempio al ruolo che le donne hanno faticosamente conquistato in ambito professionale e lavorativo. Penso a diritti come il divorzio o l’aborto che sono stati ottenuti con lotte e sofferenza. Il problema è che, dagli Stati Uniti all’Ungheria, stiamo capendo come questi diritti non siano garantiti, vanno continuamente difesi. E questo potrebbe accadere anche in Italia. I diritti vengono violati ogni volta che si decide di non votare leggi contro le discriminazioni di genere, di sesso, e in generale ogni volta che non si garantisce a ognuno di noi pari dignità sociale ed economica di fronte agli altri e allo Stato. Siamo molto preoccupati per le condizioni delle carceri, altro luogo di diritti violati. Pensiamo con quanto ritardo è stato nominato il Garante dei diritti dei detenuti a Cagliari. Da sempre ci occupiamo di uguaglianza e pari dignità familiare, di estensione dei diritti e dei doveri delle coppie eterosessuali anche alle coppie dello stesso sesso. Sono tutti temi da sempre per noi al centro delle nostre politiche.

LAVORO

In Italia un giovane su 3 non studia e non lavora, in Sardegna la situazione è anche peggiore.  Siamo una Repubblica fondata sul lavoro e ogni volta che questo manca, è precario o insicuro, stiamo violando un diritto sancito dalla Costituzione. Vanno migliorati gli strumenti di sostegno alla povertà, ma vanno accompagnati da politiche contro la disoccupazione e il precariato. Noi proponiamo la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario sfruttando l’innovazione tecnologica; il salario minimo a 10 euro l’ora e un netto cambio di direzione rispetto ai contratti: oggi 8 nuovi contratti di lavoro su 10 sono a termine.

AMBIENTE

Non abbiamo più tempo da perdere, serve un deciso cambio di passo: il futuro sono le rinnovabili, dobbiamo abbandonare totalmente il gas entro il 2035 e procedere nel pubblico come nel privato, a un graduale processo di elettrificazione di tutte le utenze. È necessario investire sui mezzi pubblici elettrici e incentivarne l’uso. Dobbiamo rendere il trasporto pubblico più conveniente per cittadine e cittadini. È fondamentale investire sul trasporto su rotaie, migliorandolo e intensificandolo. In Sardegna sappiamo bene cosa significhi viaggiare in treno. E poi c’è il tema dei rifiuti: ogni anno finiscono in mare 11 milioni di tonnellate di plastica e si prevede che questa cifra raddoppierà entro il 2030 e quasi triplicherà entro il 2040. Dobbiamo ridurre drasticamente i consumi, riciclare il 90% dei rifiuti plastici e arrivare al pieno utilizzo di bioplastiche da materie vegetali. Infine dobbiamo puntare all’economia circolare di riuso, condivisione e riciclo, unica soluzione di sostenibilità e rispetto delle biodiversità.

GIOVANI

Che questo non sia un paese per giovani lo dicono le statistiche che li vedono sempre di più abbandonare l’Italia per seguire le proprie ambizioni. Il nostro il primo impegno è affinché rimangano qui. Lo Stato investe tantissimi soldi per far studiare i nostri ragazzi, per fargli acquisire competenze che, tra l’altro, all’estero vengono sempre molto apprezzate. Che investimento è se poi disperdiamo questo sapere facendoli scappare? Devono diventare i protagonisti e le protagoniste di un processo di trasformazione tecnologica che non possiamo più rimandare. Dobbiamo puntare su ricerca scientifica e nuove tecnologie.

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy