Attualità Sardara

La Giornata del malato

Condividici...

La diocesi di Ales Terralba ha scelto il paese della patrona Santa Maria Acquas per festeggiare la giornata del malato assieme ai fedeli, agli ammalati del territorio e alle associazioni ecclesiali Unitalsi e Oftal. Accolti dalla comunità e dalla protezione civile di Sardara, i sacerdoti diocesani hanno celebrato la santa messa, presieduta da monsignor Giovanni Dettori, nella gremita sala del cineteatro comunale. <Fate tutto quello che Egli vi dirà>, ha detto il vescovo Dettori, citando l’evangelico racconto delle nozze di Cana, dove Gesù fece il suo primo miracolo di trasformare l’acqua in vino per rassicurare Maria che si accorse che il vino era finito. <Il primo dono di una consolazione – ha continuato monsignor Dettori – Come una madre che consola i suoi figli, anche noi possiamo essere consolati dal Signore attraverso l’amore altruistico e generoso, mettendoci al servizio di chi ha bisogno. Può essere faticoso, perché molti non hanno soldi. Ma si può donare in tanti modi e più doniamo, più riceviamo. Ama e non resterà il dolore. Ama e troverai amore. A tutti auguro non solo buona guarigione, ma che possiate continuare a vivere con serenità>. La cerimonia si è conclusa con i saluti da parte del parroco locale, don Stefano Mallocci, al vescovo che ha celebrato la sua ultima liturgia a Sardara prima di lasciare il suo mandato. La Giornata si è conclusa con un rinfresco.

Marisa Putzolu

IMG_6997 IMG_6998 IMG_7002 IMG_7003

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy