Attualità San Gavino Monreale

La nonnina di 104 anni Francesca Matzeu festeggiata da amici, Università della Terza Età e Pro Loco

Condivici...

 Francesca Matzeu, nata il lontano 27 settembre 1914, all’età di 17 anni nel 1931 è partita da San Gavino Monreale come emigrata in Tunisia per poi trasferirsi in Francia nell’Alta Savoia con il marito e i figli, ma non ha mai dimenticato il suo paese d’origine e con il passare del tempo questa nostalgia si è fatta sempre più forte. Così nonna Francesca ha preso una decisione: «Sono voluta tornare – afferma – nel mio paese d’origine a 103 anni per trascorrere il tempo che mi rimane da vivere. Con San Gavino ho sempre mantenuto un forte legame».

Una scelta di grande amore per Madame Matzeu che parla senza problemi anche in arabo, in francese e  sardo. Nel suo volto c’è sempre stampato il sorriso ed è felice di incontrare amici e parenti. «In Tunisia – racconta – ho conosciuto Celestin Muscat che è diventato mio marito. Siamo rimasti in Africa fino al 1958 fino all’indipendenza della Tunisia che prima era sotto il protettorato francese. Mio marito era un gendarme e ci siamo trasferiti in Francia, per tantissimo tempo abbiamo vissuto nell’Alta Savoia».
E Francesca Matzeu ha vissuto in questa regione bellissima d’Oltralpe, nel paese di Etrambière vicino alla città di Anemasse e a Ginevra, con il marito e i figli Philippe, Clotilde e Alain, quest’ultimo ancora in vita vive con lei ed ha permesso alla mamma di realizzare il suo sogno: quello di tornare nella sua amata San Gavino Monreale. L’arzilla nonnina è arrivata proprio un anno fa, con un viaggio che ha retto benissimo. Cinque ore d’auto dall’Alta Savoia a Genova, poi la traversata in nave e la discesa verso il paese natale.
Difficile capire il segreto della lunga vita, ma Francesca Matzeu mangia di tutto come è successo in occasione della  festa di Santa Maria Aquas in cui ha mangiato il maialetto e i muggini. E per il figlio Alain Muscat, seguire con amore la mamma, è una scelta di vita: «Sono l’unico figlio rimasto in vita – sottolinea – e il giorno del compleanno ho portato mamma a Cagliari in un ristorante vicino alla spiaggia del Poetto. Quando posso vado a correre con il gruppo Master di atletica della Pro Loco».

Nonna Francesca Matzeu è stata festeggiata dal figlio Alain, dagli amici e dai tanti nipoti nella sede della Pro Loco. In quest’occasione il presidente dell’Università della Terza Età del Monreale Salvatore Manno ha dato a Francesca Matzeu la tessera onoraria dell’associazione culturale, la Pro Loco nella persona del suo vice Marco Ennas ha regalato all’arzilla nonnina un lavoro fatto a mano dalla ricamatrice Chiara Atzori ed anche il sindaco Carlo Tomasi ha omaggiato Francesca Matzeu con un regalo artistico ed ha espresso i suoi più cari auguri alla nonnina ritornata a San Gavino Monreale dopo tanti anni trascorsi da emigrata.

Gian Luigi Pittau

Condivici...

Notizie sull'autore

lagazzetta

Aggiungi Commento

Clicca qui per inserire un commento

il 1 e il 15 di ogni mese…