Collinas Pabillonis San Gavino Monreale Sardara

La Regione concede il permesso per ricerche geotermiche

Condividici...

Per ora non saranno trivellazioni, ma la Regione ha rilasciato il permesso di ricerca di risorse geotermiche del progetto denominato “San Gavino Monreale”. Per quattro anni la società toscana Tosco Geo S.r.l potrà effettuare ricerche senza scavi nel sottosuolo nei Comuni di San Gavino Monreale, Sardara, Pabillonis, Collinas, Mogoro e Gonnostramatza. In totale sarà interessata un’area di 84,7 chilometri quadrati e tutto questo avviene senza grandi clamori nonostante il parere contrario degli amministratori del Medio Campidano e della Marmilla.
Tutti i consigli comunali hanno respinto tempo fa l’ennesimo assalto al territorio che è di continuo interessato a progetti di sfruttamento del sottosuolo (l’ultimo quello della Saras per la ricerca degli idrocarburi) o di altre fonti di energia. Ma nonostante il no delle amministrazioni locali e dei tanti comitati di protesta, ora queste indagini esplorative di superficie avranno inizio. Preoccupato è il sindaco di San Gavino Carlo Tomasi: «Siamo sia contro queste ricerche che contro le trivellazioni che potrebbero creare anche effetti sismici».
Le ricerche sono una speculazione anche per il consigliere comunale Nicola Garau: «Queste società, che hanno devastato l’ambiente in altre regioni – denuncia – ricevono incentivi dallo Stato per le fonti alternative anche se poi trovano il petrolio nel sottosuolo». Contrario anche l’assessore all’ambiente Nicola Ennas: «È stato documentato da associazioni come Lipu e Wwf che il territorio con le trivellazioni verrebbe compromesso da elementi inquinanti. In un territorio con forte vocazione agricola, caratterizzato da produzioni Dop e Igp e disilluso dall’industria, immaginiamo un altro futuro». E tutto questo mentre manca un piano energetico regionale che dia delle direttive precise in materia.
Un deciso no arriva dal Comune di Pabillonis: «Abbiamo espresso – evidenzia il vicesindaco Riccardo Sanna – parere contrario in consiglio comunale. Insieme ad altri 28 Comuni abbiamo chiesto alla Regione un piano regolatore in materia». È contro queste speculazioni anche il sindaco di Collinas Franco Cannas: «Ci siamo espressi contro le trivellazioni. Il territorio è nostro e progettiamo noi». Un no secco anche dal sindaco di Sardara Giuseppe Garau: «Siamo contrari e questo intervento avviene al di fuori di una programmazione energetica regionale. Nell’isola abbiamo un surplus di energia senza beneficio per i sardi. Perché devo rischiare di compromettere il paesaggio del mio Comune?».

Gian Luigi Pittau

Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy