Cultura Spettacoli

L’attrice Drusilla Foer sarà al Festival di Sanremo

Drusilla Foer
Condividici...

di Marcello Atzeni
_________________________

 

Nella vita bisogna osare, male che vada ti becchi uno schiaffo o un vaffanculo.

Tanto, uno in più, uno in meno.

Era d’estate.

Drusilla Foer aveva appena finito lo spettacolo in piazza a Oristano.

E tra coloro che seguirono lo show…

Io e Drusi, ci ritrovammo in un ristorante di Oristano. Io, lei e gli altri. Le altre? Sì, c’erano anche le altre, però!
Però!

Ma tu non sei milanese?

  • No, non lo sono. La mia regione è la Toscana, sono senese.
  • Mi scusi, avrei dovuto darle del lei.
  • Va benissimo il tu, anche perché mi pare che tra noi non ci sia molta differenza di età.
  • Sì, siamo in quella fascia. Va bene, vorrà dire che quando pubblicherò ti darò del lei.

La sala da pranzo e da cena, volge lo sguardo verso una catena ininterrotta di satitzu.

I calici corrono più delle parole, le verdure sono in vacanza e il bue rosso, intanto, ha levato l’abito da sera.

Ma cosa stai mangiando?

  • Casizzolu alla piastra.
  • Me lo faresti assaggiare?
  • Certo ecco una fetta.

La fetta divenne l’intera portata.

Drusi! E ita manera!

  • Che hai detto?
  • Dicevo: che modi!
  • Ne ordiniamo un altro po’?
  • Non so. Ci penso.
  • Va bene, allungami un sospiro.
  • Uno dei miei o uno di Ozieri?
  • Quello di Ozieri.

Dove alloggi?

  • In un albergo non molto distante da qua, ad Arborea. Conosci?
  • Conosco, conosco.

E se domani, e sottolineo, se domani…

Che fai domani?

  • Sarò a Sanluri.
  • Niente mare?
  • Non credo, Drusi, non credo.
  • Sei pratico delle spiagge dell’oristanese?
  • Sì, come quelle di Cabras, San Vero e Cuglieri.
  • La tua preferita?
  • S’ Archittu.
  • Hai una foto? Sì, aspetta ne pesco un paio dal cellulare.
  • Wow! Ma è fantastica! E’ lontano da qui?
  • No, circa 25 chilometri, direzione nord.
  • Io domani, al solito, in realtà, mi alzo abbastanza presto, vorrei vedere questo gioiello, poi, subito dopo pranzo, assieme agli altri, abbiamo l’aereo da Cagliari.

Già, mi alzo presto!

Ma poi, sarebbe stato così sconveniente dire a Drusilla Foer: a che ora passo a prenderti?

Di fatto quando non si osa, perché non si sa il perché, rimane il rimpianto.

E il rimpianto è quello di non aver passato un paio d’ore assieme. A parlare, parlare e ancora parlare.

E’ andata così, forse per troppa pavidità.

E quando Drusilla Foer scenderà con la sua eleganzissima le scale del Teatro Ariston di Sanremo, fra qualche giorno, sorriderò.

A volte capita di intervistare persone assai scortesi. Certe persone non si fanno intervistare per nulla.

Altre ancora, hai la possibilità di andare a cena. Come se incontrassi una vecchia amica.

La grandezza delle persone, la loro umanità, semplicità, di certo non la cogli sul palco.

Ma quando le hai di fronte, casualmente o meno.

Non arricchiscono i soldi, gli autografi, le foto, le recensioni e neanche le interviste convenzionali.

Si diventa ricchi quando si ha la fortuna di parlare con persone d’alto rango, che nulla ti fanno pesare.

Come nulla mi fece pesare, quella notte a Dolianova, Bertrand…

Ma questa è un’altra storia, come dice Lucarelli.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividici...

CLICCA sotto PER LEGGERE GLI ANNUNCI

CLICCA sotto PER LEGGERE

Argomenti

Bonus Docenti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file (cookie) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare report di navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore. Cookie policy